11 maggio 2011 Opere pubbliche: serve un piano

“Fu annunciata, alcuni anni fa, la realizzazione di diciotto grandi opere pubbliche, e sostanzialmente, eccetto tre, non si e’ fatto nulla. Purtroppo si è perso tempo mentre ci sarebbe stato bisogno, e ce n’è ancora, di un piano straordinario di piccole e medie opere pubbliche sui territori”.

“Penso – ha spiegato Nicola – a ponti, strade e ferrovie da concordare insieme, che farebbero fare un salto di qualità importante alla competitività del sistema Italia. Sarebbe ossigeno per le Pmi, e si potrebbero trovare anche i fondi permettendo alle amministrazioni locali che hanno in conti in ordine per finanziare questi interventi, di sforare il Patto di stabilità. Noi saremmo prontissimi a concordare con il governo un piano limitato di piccole e medie opere pubbliche, ricorrendo ai fondi che abbiamo invece di tenerli in banca e tenere le Pmi, come sta effettivamente avvenendo, senza più investimenti pubblici”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet