22 dicembre 2016 Sanità: un nuovo volto per l’ospedale di Tarquinia La fase della distruzione è finita, siamo nella costruzione della buona sanità. Ringrazio i lavoratori di Tarquinia e i sindaci del territorio perché in questi anni non hanno gettato la spugna, non hanno perso la speranza, e oggi poter dire che riprendono gli investimenti a Tarquinia è una bella soddisfazione che dimostra che le cose cambiano e cambiano in meglio. Nell’ospedale sono stati realizzati numerosi interventi nel 2016 finanziati dalla Regione con un investimento di 1milione e 100mila euro

Un nuovo volto per l’ospedale di Tarquinia, che rinasce con nuovi servizi. La struttura serve un’area popolata da oltre 46 mila abitanti, un bacino di utenza che raggiunge oltre 100mila persone nel periodo estivo grazie all’arrivo di numerosi turisti. Nell’ospedale sono stati realizzati numerosi interventi nel 2016 finanziati dalla Regione con un investimento di 1milione e 100mila euro. Dal Comune di Tarquinia sono arrivati ulteriori 50mila euro.

Nuovi reparti, nuove corsie, finiscono le camerate. Arrivano le stanze doppie, nuove sale operatorie: è un altro segno concreto che le cose stanno cambiando. La fase della distruzione è finita, siamo nella costruzione della buona sanità. Ringrazio i lavoratori di Tarquinia e i sindaci del territorio perché in questi anni non hanno gettato la spugna, non hanno perso la speranza, e oggi poter dire che riprendono gli investimenti a Tarquinia è una bella soddisfazione che dimostra che le cose cambiano e cambiano in meglio.

In particolare, i lavori effettuati hanno riguardato il rifacimento della copertura dell’edificio, di interesse storico, originariamente realizzata in cemento amianto, la messa a norma delle facciate, la realizzazione del nuovo reparto di endoscopia digestiva, del nuovo ingresso e del piazzale antistante l’ospedale. Con questi interventi migliorano i percorsi di accesso e di orientamento al cittadino, con particolare riferimento alle fasce più deboli della popolazione e con la realizzazione di posti auto dedicati per i disabili.

Gli interventi strutturali hanno prodotto anche un aumento dei posti letto nell’area chirurgica, i quali sono passati da 20 a 31, consentendo di  attivare la week surgery, alla quale sono stati destinati 15 posti letto. Questa implementazione ha fatto registrare nei primi sei mesi del 2016 un incremento dell’attività chirurgica: del 3% nell’unità di Chirurgia generale, dell’11% nell’unità operativa di Ortopedia e traumatologia. Anche i posti letto dell’area medica sono aumentati da 27 a 30.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica