6 ottobre 2017 L’ospedale Belcolle di Viterbo: un simbolo della sanità che cambia Oggi è davvero una giornata storica per questa struttura e per tutti gli abitanti di questo territorio perché: dopo ben 45 anni di attesa possiamo annunciare che abbiamo aperto il cantiere per il completamento dell’ospedale di Belcolle. Oltre alla nuova hall e al nuovo laboratorio di biologia molecolare tra qualche mese apriremo 10 nuove sale operatorie: erano pronte, ma chiuse da quasi 10 anni

Il Belcolle di Viterbo è uno dei più grandi simboli del cambiamento della sanità del Lazio. Una grande azione che non è limitata al risanamento dei conti, su cui abbiamo ormai raggiunto un risultato storico, ma che ha riguardato tutti i principali fattori che determinano la qualità dei servizi ai cittadini: dagli investimenti nelle strutture e nell’innovazione tecnologica fino al personale.

Oggi inauguriamo la nuova hall e il nuovo laboratorio di biologia molecolare con un investimento complessivo di 420 mila euro. Due interventi che fanno fare un nuovo salto di qualità all’ospedale:

  • il nuovo spazio è stato realizzato con standard elevatissimi, pensando soprattutto a facilitare la vita dei pazienti e delle famiglie.  C’è il cup con il sistema eliminacode con corsie preferenziali per categorie protette, lo sportello per il rilascio delle cartelle cliniche e quello per il rilascio dei referti, un’area con il baby pit stop realizzato nel rispetto delle indicazioni fornite da Unicef Italia.
  • il nuovo laboratorio di biologia molecolare, un fiore all’occhiello per la sanità viterbese, con apparecchiature all’avanguardia e una collaborazione con l’Università della Tuscia che ha reso possibile la formazione di personale altamente specializzato nel settore della biologia molecolare. 

Tanti gli interventi già realizzati in questi anni: circa 10 giorni fa ultimati i lavori di pavimentazione di buona parte delle aree comuni. Con 750 mila euro sono stati ristrutturati anche il centro di senologia, lo sportello antiviolenza, la nuova sala angiografica. Ultimata anche la riorganizzazione del reparto di malattie infettive, che ha consentito la riapertura di posti letto per l’ematologia, attesi da anni dai pazienti oncoematologici della Tuscia, e il servizio di telemedicina per cui la Asl di Viterbo è stata capofila.

Tra qualche mese apriremo 10 nuove sale operatorie: erano pronte, ma chiuse da quasi 10 anni. Noi abbiamo investito risorse recuperate dall’evasione sul ticket oltre 2mln di euro per le nuove attrezzature permettendone così la messa in funzione. E dopo 45 anni di attesa partono i lavori per completare l’ospedale: ma non ci fermiamo qui. Oggi è davvero una giornata storica per questa struttura e per tutti gli abitanti di questo territorio:dopo ben 45 anni di attesa possiamo annunciare che abbiamo aperto il cantiere per il completamento dell’ospedale di Belcolle.

10mln di investimenti per il nuovo blocco. Le risorse iniziali erano di 9 milioni. Abbiamo fatto un ulteriore sforzo aggiungendo un altro milione da destinare alla realizzazione di un nuovo reparto materno-infantile all’interno del nuovo blocco, con percorsi nascita dedicati. Questa struttura, tra l’altro, è tra le 23 in italia riconosciuta dall’Unicef come ospedale amico dei bambini.

+135 posti letto con il nuovo blocco: ci consentiranno di aumentare e migliorare l’offerta di cure.

Inoltre:

  • 4,1mln di risorse ex art.20 nel piano da 264 mln per l’edilizia sanitaria con fondi ex art. 20 abbiamo programmato inoltre un investimento di 4,1 mln per la messa a norma ospedale di Belcolle (l’investimento complessivo nella asl di Viterbo è di 10,6mln;
  • +6 primari per Belcolle: ne sono stati assunti già tre ed entro la fine dell’anno ne saranno assunti altri due.
  • 84 unità di personale sanitario stanno per essere stabilizzate: come sapete in tutto il Lazio abbiamo superato il blocco del turnover e stiamo procedendo alla stabilizzazione di 84 unità per questa struttura (di questi 32 sono infermieri).

 

 

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet