8 marzo 2015 Oggi e ogni giorno al lavoro per una regione sempre più amica delle donne Introduciamo per la prima volta l’attestazione dei ‘Comuni alla Pari’, un’innovazione assoluta nel campo delle pari opportunità e una vera e propria rivoluzione di cui siamo orgogliosi. Gli enti virtuosi potranno ricevere maggiorazioni fino al 10% del punteggio totale ai fini della graduatoria di un bando

Oggi e ogni giorno siamo in prima fila per rendere la nostra una regione sempre più amica delle donne. Lo stiamo facendo in tanti modi, a cominciare da noi: la nostra infatti è la Giunta più rosa d’Italia con 6 donne assessori su un totale di 10, e nei ruoli chiave.

Per la prima volta in Italia nasce l’attestazione ‘Comuni Alla Pari’, è un’innovazione assoluta nel campo delle pari opportunità e una vera e propria rivoluzione di cui siamo orgogliosi. Tutto questo ci permette anche di portare avanti la nostra strategia di rafforzamento e valorizzazione della presenza delle donne nella società e nelle istituzioni.

Aumentiamo la presenza delle donne nelle amministrazioni del Lazio. Come? Attraverso un sistema premiante, una certificazione di qualità che rilasciamo ai Comuni e agli altri enti locali che promuovono e garantiscono la presenza delle donne e rispettano la rappresentanza di genere con azioni positive per favorire la parità tra i sessi. Abbiamo già indicato gli obiettivi da rispettare e abbiamo istituito anche l’Osservatorio regionale delle Pari Opportunità per la valutazione dei titoli.

Ecco cosa prevede il riconoscimento: gli enti virtuosi potranno ricevere maggiorazioni fino al 10% del punteggio totale ai fini della graduatoria di un bando. Nelle valutazioni per rilasciare l’attestazione saranno presi in considerazione una serie di indicatori: dalla presenza femminile nei ruoli apicali dell’Ente al rispetto delle quote di genere nelle società controllate. Dalla delega alle Pari Opportunità alla costituzione del CUG (Comitato Unico di Garanzia), fino alla valutazione delle attività per educare al rispetto delle differenze di genere e tanto altro ancora. Tra le altre cose il riconoscimento prevede anche il conferimento di una targa.

Il nostro impegno per le donne va avanti e non si ferma qui. Abbiamo già investito 2,5 milioni di euro per favorire e sostenere l’imprenditoria femminile con il programma “Donna Forza 8”. E poi abbiamo raddoppiato i fondi per i centri Antiviolenza, rilanciato l’azione di prevenzione medica per le donne e dei consultori pubblici, e abbiamo anche approvato la legge più innovativa in Italia contro la violenza sulle donne.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet