30 novembre 2015 Nuovo piano di sviluppo rurale: 780 milioni di euro per sostenere l’agricoltura e le imprese È un impegno che stiamo portando avanti fin dal primo momento e che continua per sostenere e valorizzare l’agricoltura, una risorsa importante per tutta la Regione: mettiamo a disposizione fondi per sostenere le startup e l’apertura di nuove imprese da parte di giovani e meno giovani, sosteniamo l’agricoltura sociale, per migliorare la qualità della vita delle persone, e andiamo avanti per sostenere l’innovazione

Oggi abbiamo presentato il nuovo Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020: 780 milioni di euro per  voltare pagina e segnare la qualità di sviluppo del Lazio, la seconda Regione per Pil d’Italia.  È un impegno che stiamo portando avanti fin dal primo momento e che continua per sostenere e valorizzare l’agricoltura, una risorsa importante per tutta la Regione: nel Lazio infatti hanno sede i più importanti organismi internazionali che si occupano di nutrizione, Roma è la più grande area metropolitana a vocazione agricola d’Europa e il Lazio è una delle più importanti università agrarie d’Italia.

Con la nuova programmazione dello sviluppo rurale 2014/2020 il Lazio ha a disposizione 780 milioni di euro, 77 milioni in più rispetto alla programmazione precedente. In questi due anni il Lazio è passato dall’11° al 5° posto nella graduatoria sulla capacità di spesa delle Regioni di Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura.

Ecco alcune delle azioni più importanti che stiamo portando avanti:

Fondi per giovani e startup. La Regione mette a disposizione 83 milioni di euro per sostenere l’avvio di startup agricole in particolare per i giovani agricoltori. È un progetto molto importante, garantiamo aiuti fino a un massimo di 70mila euro, il massimo previsto dalla regolamentazione comunitaria. Una scelta che contraddistingue il Lazio rispetto alle altre realtà del Paese.

Fondi per ex imprenditori e agricoltori sopra i 40 anni. Nel nuovo PSR la Regione sostiene anche gli ex-imprenditori o lavoratori extra-agricoli che si trovano fuori dal mercato del lavoro. Mettiamo a disposizione circa 10 milioni di euro per la costituzione di nuove imprese anche per beneficiari con età superiore ai 40 anni.

L’agricoltura sociale. Anche qui tante le azioni previste: dalla creazione di attività economiche nelle aree rurali all’inclusione sociale fino alla riduzione della povertà e allo sviluppo economico delle zone rurali. La Regione, tra l’altro, si propone di sostenere attraverso l’agricoltura  anche attività di riabilitazione e cura socio-terapeutica, inserimento lavorativo di soggetti con disabilità, ex detenuti, tossicodipendenti, migranti, rifugiati.

Sosteniamo l’innovazione nell’agricoltura. Lo stiamo facendo in tanti modi: coinvolgendo gli studenti degli istituti agrari e alberghieri nelle attività di promozione agroalimentare, favorendo la nascita del primo FabLab istituzionale a vocazione agricola, dotato di strumenti di alta tecnologia, come le stampanti per cibo in 3D e il confezionamento dei prodotti agroalimentari.

Ecco alcune delle azioni fondamentali già portate avanti in questi due anni:

Le terre ai giovani. Abbiamo messo a disposizione dei giovani che vogliono investire in questo settore 320 ettari di terreni della Regione: è la prima volta dopo 45 anni. Un progetto molto importante, perché in questo modo la Regione ha potuto creare nuove opportunità di lavoro e di sviluppo sostenibile grazie a un settore trainante come l’agricoltura. E tra le altre cose tutto questo significa anche sottrarre le terre incolte alla speculazione. I terreni vengono concessi in affitto per un periodo di 15 anni. Il progetto prevede anche l’assistenza e il sostegno ai giovani da parte di tutor e di esperti Arsial.

Le case dell’agricoltura. Oltre a creare occasioni di crescita e sviluppo in questo settore la Regione Lazio ha anche pensato a creare sul territorio delle strutture a disposizione di cittadini e imprese, le case dell’agricoltura, per dare informazioni chiarimenti e tanto altro a tutti gli operatori del settore. Un vero e proprio punto di riferimento per le startup  pensato per favorire l’innovazione in questo settore, sostenere le nuove imprese, promuovere e valorizzare i prodotti tipici e tradizionali, le Denominazioni di Origine Protetta e i prodotti a Indicazione Geografica Protetta.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica