30 marzo 2015 Piero Terracina: deportato a 15 anni, fu il solo della sua famiglia a tornare a casa Piero Terracina aveva 15 anni quando venne arrestato per poi essere deportato a Birkenau insieme alla sua famiglia: fu il solo a fare ritorno a casa. Piero è tornato ad Auschwitz insieme a noi, per raccontare ai nostri ragazzi cosa è stato l’orrore della Shoah

Il 7 aprile 1944, quasi  71 anni fa, Piero Terracina, un ragazzo di appena 15 anni che amava studiare e andare a scuola, venne arrestato per poi essere deportato a Birkenau insieme alla sua famiglia, che arrivò lì dopo otto terribili giorni di viaggio.

“L’inferno esiste, noi l’abbiamo vissuto, noi possiamo raccontarlo, è quello in cui siamo piombati nel campo di sterminio nazista di Birkneau”, sono parole di Piero, che fu il solo della sua famiglia a fare ritorno a casa, dopo la liberazione di Auschwitz.

Anche quest’anno Piero è tornato nel campo di sterminio con gli studenti del Viaggio della Memoria. Una testimonianza importantissima la sua, così come quella degli altri sopravvissuti che hanno scelto di tornare in questi luoghi per raccontare ai ragazzi cosa è stato l’orrore, come le sorelle Andra e Tatiana Bucci o Sami Modiano, a cui Piero è legato da un profondo legame d’amicizia nato proprio all’interno del campo, dove i due ragazzi divennero presto l’uno il punto di riferimento dell’altro.

Sono testimonianze indimenticabili, che restano nel cuore di ognuno e ci aiutano a ricordare che l’incubo di Auschwitz è stato sconfitto.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet