30 aprile 2013 La battaglia di Pio La Torre è la battaglia di tutti i cittadini onesti La lotta alle mafie deve restare un tema centrale nell’azione di ogni Governo, un impegno che anche la Regione vuole confermare tra le sue priorità

30 aprile 1982. La mafia uccideva Pio La Torre, uomo politico fortemente impegnato nella lotta alla criminalità organizzata, promotore della coraggiosa legge sulla confisca dei beni ai mafiosi.

A oltre trent’anni dalla sua morte, oggi più che mai sentiamo vivi e attuali le parole, le azioni e il coraggio di un autentico eroe che ha combattuto Cosa Nostra.

Chi è a capo delle istituzioni ha il dovere di portare avanti gli ideali di giustizia e legalità, base di ogni democrazia, di questo uomo che ha messo in gioco la sua stessa vita per contrastare le infiltrazioni mafiose nella sua terra.

La lotta alle mafie deve restare un tema centrale nell’azione di ogni Governo, un impegno che anche la Regione vuole confermare tra le sue priorità.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet