15 maggio 2014 Case della Salute: non accettiamo intimidazioni dai cinquestelle Sono vicino a tutti i lavoratori della Casa della salute di Pontecorvo e in particolare all’operatrice che questa mattina, in occasione dell’arrivo all’interno della struttura di alcuni consiglieri del Movimento 5 Stelle

Sono vicino a tutti i lavoratori della Casa della salute di Pontecorvo e in particolare all’operatrice che questa mattina, in occasione dell’arrivo all’interno della struttura di alcuni consiglieri del Movimento 5 Stelle, è stata vittima di un episodio grave e inaccettabile che l’ha costretta a ricorre alle visite mediche del Pronto Soccorso.

Sono convinto che quanto avvenuto questa mattina in provincia di Frosinone sia lontano dalla concezione che chi fa politica e riveste un incarico istituzionale dovrebbe avere.

I lavoratori e tutti coloro che svolgono il proprio dovere quotidiano vanno tutelati e rispettati, quando offrono un servizio pubblico come quello che si assicura all’interno di un ospedale.

Il dialogo, l’educazione e il confronto costruttivo restano gli strumenti migliori per svolgere al meglio il compito di chi è stato eletto, sempre e solo nell’interesse esclusivo dei cittadini.

Non è in questo modo che si deve fare campagna elettorale, soprattutto volendo a tutti i costi denigrare e mettere in cattiva luce le nuove esperienze delle Case della salute.

Prima nel Lazio si chiudevano gli ospedali, ora si è tornato ad investire in strutture, soprattutto nelle province.

I 5 Stelle se ne facciano una ragione. E, soprattutto, li avverto che non ci intimidiranno.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet