13 febbraio 2015 L’Europa approva la nostra programmazione 2014-2020, è una giornata storica Al contrario di quanto accadeva la nostra è tra le prime Regioni ad aver ottenuto l’approvazione da parte di Bruxelles. È una notizia davvero positiva e storica perché vuol dire che possiamo usare da subito i fondi e partire con i bandi

Oggi è una giornata molto importante, l’Europa ha approvato il nostro Por, il Programma operativo per la programmazione 2014-2020 dei Fondi Fesr, il Fondo europeo di sviluppo regionale.  Una notizia davvero positiva e storica perché vuol dire che possiamo usare da subito i fondi e partire con i bandi.

Siamo tra le prime regioni ad aver ottenuto l’approvazione. Contrariamente a quanto accadeva in passato il Lazio è  nel gruppo di testa delle Regioni italiane che hanno ottenuto l’approvazione da parte di Bruxelles: tutto questo ci mette in condizione di cominciare a lavorare fin da subito. Ed è anche una bel riconoscimento al lavoro che abbiamo fatto negli ultimi mesi per mettere a punto al meglio la programmazione dei fondi europei 2014-2020.

Una serie di investimenti per ripartire e favorire la crescita, sostenere le piccole e medie imprese e creare nuovi posti di lavoro. In totale si tratta di 913 milioni, di questi 456,5 milioni provengono del FESR. Questi finanziamenti si aggiungono ai 902,7 milioni di euro previsti dal POR FSE 2014-2020 approvato dalla Commissione Europea nel dicembre scorso.

Possiamo contare complessivamente su circa 2,6 miliardi di fondi europei. I principali interventi previsti grazie all’utilizzo delle risorse del POR FSE riguardano i settori della scuola, la formazione, il lavoro, il contrasto alla povertà, l’inclusione sociale ed il sostegno al reddito. Per quanto riguarda il POR FESR gli interventi riguarderanno lo sviluppo economico, la cultura, l’ambiente, l’energia e il territorio, i trasporti e la mobilità e l’agenda digitale.

Utilizziamo queste risorse in particolare per:

Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese. Lo facciamo con 276,4 milioni, il 30,3% del totale delle risorse.

Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione Lo facciamo con 180 milioni , il 19,7% del totale delle risorse.

Promuovere l’efficienza energetica e la mobilità sostenibile Lo facciamo con 176 milioni, il 19,3% del totale delle risorse.

Lazio digitale. Lo facciamo con 144,2 milioni, il 16,9% del totale delle risorse.

Prevenzione e gestione dei rischi idrogeologici. Lo facciamo con 90 milioni, il 9,9% del totale delle risorse.

Ecco i risultati che ci aspettiamo di ottenere:

Oltre 11 000 piccole e medie imprese coinvolte negli investimenti.

370 aziende che cooperano con gli organismi di Ricerca&Sviluppo.

95 milioni di investimenti privati in progetti innovativi e di R&S, addizionali a quelli pubblici.

110 ricercatori all’anno coinvolti nei progetti co-finanziati.

Popolazione coperta da banda larga (100 Mbps): 562.600 abitanti nel 2018.

7 000 persone e 50 kmq di territorio beneficeranno di interventi idrogeologici di prevenzione delle alluvioni.

Vai qui per maggiori dettagli sulla programmazione.

Questo risultato così positivo proviene da una buona capacità di programmazione ma anche dai tempi e dalla serietà poste dall’Europa che ci hanno portato  a lavorare anche di notte per raggiungere questo obiettivo che rappresenta la vittoria di una grande battaglia per la nostra comunità.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica