30 ottobre 2012 Possiamo ancora imparare da Pasolini, il poeta della libertà e dell’integrità Abbiamo voluto dedicare una mostra a uno dei più grandi intellettuali dei nostri tempi. A 37 anni dalla sua morte, Pasolini continua a parlare di noi. A Palazzo Incontro lo fa attraverso 22 opere inedite dei grandi protagonisti dell’arte contemporanea. Una mostra che vi consiglio di visitare, è aperta fino al 9 dicembre

L’arte contemporanea incontra la poesia di Pier Paolo Pasolini. E’ l’esperimento che abbiamo voluto fare per ricordare uno dei più grandi intellettuali di sempre, a 37 anni dalla sua scomparsa.

Tra gli artisti Claudio Abate, Carla Accardi, Gianfranco Baruchello, Veronica Botticelli, Laura Canali, Gianni Dessi’, Rocco Dubbini, Elena Nonnis, Nunzio, Michelangelo Pistoletto, Pietro Ruffo, Maurizio Savini e Sten&Lex. Hanno rielaborato undici componimenti in versi di Pasolini tratti da ‘Le Ceneri di Gramsci’, ‘La Religione del mio Tempo’, ‘Poesia in forma di rosa’ e ‘Trasumanar e Organizzar’. Curatore della mostra è Flavio Alivernini.

La figura di Pasolini è straordinaria per la sua attualità. Ancora oggi i giovani possono riconoscersi nella sua integrità e libertà, nel suo rigore morale e nella forza delle sue parole.

Roma ha un debito enorme con lui, non è stata solo il luogo della sua vita, ma la grande protagonista della sua opera. Un motivo in più per conservare la sua memoria.

Puoi visitare la mostra fino al 9 dicembre. Si trova a Palazzo Incontro, in via dei Prefetti 22.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica