17 febbraio 2005 Per il libero software

Il 3 febbraio la commissione affari legali, di cui Nicola Zingaretti è membro effettivo, chiede al Parlamento di insistere presso la Commissione europea affinché venga rivista la direttiva sui brevetti software. Il 17 febbraio, a conclusione della conferenza dei presidenti del Parlamento, il Presidente Borrell decide di chiedere alla Commissione Europea, in forma ufficiale, di presentare una nuova proposta di direttiva più in linea con le esigenze del vasto mondo delle piccole e medie imprese informatiche europee. Di seguito la dichiarazione di Nicola ZingarettiSul software la Commissione riparta da zero. giusta la decisione del Parlamento di chiedere alla Commissione europea di presentare una nuova proposta di direttiva sulla brevettabilità del software. La direttiva ha un obiettivo primario: tutelare il mercato da un”asfittica proliferazione di brevetti. Invece, la proposta che era sul tavolo andava nella direzione opposta. É necessario tornare in carreggiata: ci aspettiamo che il commissario McCreevy faccia tutto il possibile per presentare, al più presto, un nuovo testo. Soltanto con una nuova proposta, coerente con le esigenze poste dal Parlamento e da numerosi governi nazionali, potremo garantire agli uni la libera concorrenza nel mercato informatico, e agli altri la tutela dei prodotti industriali.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica