16 marzo 2005 Governo in deficit europeo, e Frattini in mezzo alla bufera

Il 16 Marzo il portavoce del Commissario Frattini commenta alcune affermazioni di Berlusconi rese il giorno prima.
Segue il comunicato di Nicola sulle osservazioni della Commissione Europea.
 ”
Il presidente del Consiglio italiano fa affermazioni maldestre: dice, a “Porta a Porta” che il suo governo fa pressione sulla Commissione europea attraverso il “nostro commissario Frattini” al fine di ripristinare i dazi contro la Cina. Il portavoce di Frattini è costretto a precisare che un commissario, per Trattato, non risponde ad alcun Paese, men che mai al proprio. Dunque, aumenta il monte delle gaffes del presidente del Consiglio di fronte alle istituzioni europee.
La pessima figura ha provocato una nuova strigliata della Commissione verso il governo e la sua maggioranza. Nel comprensibile sforzo di allontanare ogni sospetto di subalternità verso il governo, il portavoce ha dovuto ricordare, ancora una volta, che l’Italia è l’unico Paese a non aver ratificato il mandato d’arresto e che Frattini lo ha ripetutamente denunciato. É triste, e al tempo stesso comico, constatare come Frattini, si debba rendere conto del deficit europeo del governo di cui ha fatto parte.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet