1 aprile 2008 “Darò vita a piano strategico delle politiche sociali”

«È necessario dar vita ad un piano strategico delle politiche sociali da verificare ogni anno con gli attori che operano nella cooperazione». È la proposta di Nicola,  ” intervenuto ad un incontro con il mondo del volontariato e del terzo settore. «Vediamoci periodicamente – ha aggiunto – anzi, incontriamoci anche prima del voto. Voglio sottoscrivere con voi un impegno per i prossimi 5 anni». Per Nicola, la Provincia «è l’istituzione che deve fungere da ago e filo per cucire la frammentazione sociale dei rapporti. È vero che è cresciuto il Pil della provincia, ma nel Pil non si legge il disagio sociale e allora il rischio è che la provincia possa diventare la terza o la quarta periferia delle metropoli. Il rischio è dunque la disgregazione sociale che è una nuova forma di miseria». Non è mancato un accenno «a quella che viene definita la cultura della tolleranza che implica qualcuno che tolleri qualcun altro. Al suo posto deve nascere la cultura della differenza». ” Nicola ha ricordato quanto in 5 anni è stato fatto dalla precedente giunta, come l’inserimento di 1500 diversamente abili nel mondo del lavoro, e ha proposto il potenziamento dei 17 distretti della solidarietà. «Ci sono poi – ha concluso – tante case cantoniere chiuse che potrebbero diventare strutture a sostegno degli operatori del terzo settore, vere e proprie scuole di formazione per gli operatori sociali».


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet