7 maggio 2008 Nicola in Sinagoga, da sempre amico della comunità ebraica

Nicola ha deposto una corona d’alloro sulla lapide dei martiri dell’olocausto ed e’ entrato, indossando la kippa, all’interno della Sinagoga, accompagnato dal presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, e dal rabbino capo, Riccardo Di Segni.
 ”
 ”
Così, Nicola ha voluto salutare la Comunità ebraica di Roma, a pochi giorni dal suo insediamento a Palazzo Valentini.
 ”
"Per me – ha detto – si tratta di una visita istituzionale a una comunità che da sempre sento vicina. Vengo qui come presidente della Provincia ma anche come amico, e torno nei luoghi che ho frequentato anche da giovane militante politico, ai quali sento intrecciata la mia vita. La mia presenza qui ha un valore istituzionale, ma anche il significato di voler rinsaldare un rapporto personale e antico con una comunità che è parte integrante della storia di Roma".

Prima di entrare nella Sinagoga, dove si e’ intrattenuto a parlare alcuni minuti con i rappresentanti della comunità ebraica di Roma, Nicola, guidato da Pacifici, si è soffermato di fronte alle immagini dei tre soldati israeliani rapiti in Libano e a Gaza, affisse sul cancello del Tempio, ed esposte in occasione dello Yom-Hazicharon, il giorno che oggi gli ebrei dedicano ai soldati morti nelle guerre di Israele.

"Sono tra coloro – ha ” affermato Nicola- che, senza se e senza ma, si sono sempre schierati a favore dei diritti di Israele a vivere in piena libertà e sicurezza, sia da giovane militante politico, sia da europarlamentare, sia da presidente della Provincia". "Un amico – ha detto Pacifici di Nicola – con cui ho condiviso numerose battaglie di civiltà nella città, non solo a favore di Israele".


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica