8 settembre 2008 8 settembre. Nicola alla cerimonia per la Liberazione dal fascismo

“Penso che sia folle il solo tentativo di introdurre distinzione sul male assoluto e altro. È un tentativo ridicolo dal punto di vista storico perché non ci sono due fascismi, le leggi razziali sono figlie e parte di un regime che ha negato la libertà, la democrazia, che ha torturato e quindi ha prodotto anche, nel nome di un’ideologia che discrimina, le leggi razziali”. Così Nicola ha commentato le dichiarazioni di Alemanno che, nei giorni scorsi, ha parlato del fascismo e delle leggi razziali. Un tentativo “allarmante – secondo Nicola – dal punto di vista politico. Quando si tratta di questi argomenti bisognerebbe fare molta attenzione perché sono parole e frasi che feriscono, che fanno male. Per allontanare questa furbizia non si può dimenticare che l’8 settembre è il ricordo della Liberazione che è, certo dall’invasore tedesco ma anche dal fascismo che ha negato la libertà, la democrazia”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica