15 aprile 2009 Sicurezza, ‘Prevenzione Mille’: 1 milione e mezzo di euro contro emarginazione e degrado

“A nome di tutta l’Amministrazione provinciale voglio chiedere scusa a Sow Samba ed esprimere la solidarietà al ragazzo senegalese aggredito la scorsa notte a Roma. A questo punto le visite rischiano di diventare ipocrite”.
Con queste parole Nicola ha presentato il progetto per la riqualificazione urbana e gli interventi sociali nelle zone di degrado per favorire l’integrazione e la solidarietà. Un bando, nell’ambito del piano ‘Prevenzione Mille’ che stanzia un milione e 500 mila euro per finanziare 75 progetti rivolti soprattutto ad associazioni, comitati ed enti religiosi e laici che presenteranno delle iniziative rivolte alla prevenzione del disagio, dell’emarginazione e dei fenomeni di criminalità.
"Si è tornati a picchiare senza che ci sia un reale motivo o per l’appartenenza ad una minoranza, con troppa disinvoltura. Le ragioni dell’intolleranza sono due: il motivo ideologico di stampo razzista e il problema legato all’ignoranza e a quel profondo degrado di alcune aree intorno alla Capitale dove la violenza diventa spesso una diretta conseguenza della solitudine. Proprio perché credo in una città sicura – ha spiegato Nicola – vorrei non avere in giro chi con disinvoltura spacca la testa ad un uomo di colore. L’associazionismo culturale rafforzato garantisce integrazione e sicurezza, 365 giorni l’anno, in interi quartieri: l’obiettivo e’ quello di ‘togliere’ i ragazzi dalla strada”.
 ”
I partecipanti potranno  ” presentare progetti per la riqualificazione urbana di luoghi di aggregazione in zone di degrado e progetti di intervento sociale per favorire la prevenzione e combattere l’emarginazione. Le attività oggetto di contributo dovranno svolgersi nell’ambito della provincia di Roma. I progetti non devono riguardare realizzazioni o completamenti di opere pubbliche.
 ”
I progetti presentati dovranno avere almeno uno dei seguenti requisiti: riguardare obiettivi legati al miglioramento della qualità della vita sociale e di relazione dei cittadini, mirare alla riqualificazione urbana di luoghi di aggregazione sociale, culturale e sportiva, ” con particolare riferimento a giovani e anziani, incentivare il campo occupazionale offrendo nuove possibilità di lavoro e stimolando l’imprenditoria giovanile, valorizzare le risorse presenti sul territorio.
 ”
Le domande saranno esaminate da una Commissione appositamente nominata che procederà alla valutazione dei progetti. ” L’Amministrazione Provinciale si riserva di erogare un sostegno finanziario, fino ad un massimo di 20mila euro, dando comunque la preferenza alle proposte che si concluderanno entro un anno dall’avvenuta comunicazione di concessione del contributo. Ogni soggetto può presentare una sola proposta.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica