18 maggio 2009 Creatività e innovazione. Alleanza con la Provincia di Milano

"Il 2009 è l’ anno Europeo della creatività e dell’ innovazione, il nostro protocollo d’ intesa mi riempie dunque di orgoglio ma la mia gioia è anche un grido di dolore perché l’ iniziativa adottata da provincia di Roma e provincia di Milano si trova nel deserto più totale delle iniziative del nostro paese, finora nessuno se ne è occupato, nonostante la creatività sia la punta di diamante, il punto ” principale dello sviluppo economico del nostro paese". ” Lo ha detto Nicola, siglando il protocollo d’intesa per la creatività e l’innovazione con il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati. ”
“La creatività – ha aggiunto Nicola – è la capacità di trovare soluzioni nuove a problemi noti. Guardando la fase attuale capiamo quanto sia importante questo aspetto, c’è un grandissimo bisogno d’ innovazione per trovare soluzioni nuove a problemi vecchi. Per fortuna il settore della creatività eccelle nel nostro paese. Spesso purtroppo per produrre i talenti italiani devono andarsene dal nostro paese. Noi voglia parlare a un mondo presente per produrre ricchezza per le nostre comunità. Abbiamo guardato alla provincia di Milano perché il progetto qui avviato crediamo sia il migliore nel nostro paese, ” un progetto sulle imprese creative, sull’ innovazione applicata alle imprese”.
 ”
Partecipazione comune ai bandi Ue, sviluppo del mercato del lavoro, un portale internet, l’istituzione di un premio per i migliori talenti emergenti: sono questi i punti salienti del protocollo Primo passo sarà l’ istituzione di un gruppo di lavoro comune per lo scambio di esperienze e delle migliori pratiche in materia di supporto all’ innovazione e ai settori economici della creatività, di sviluppo delle tecnologie e delle reti di comunicazione, di interscambio a servizio della creatività e per la riduzione del digital divide. Con questo accordo, inoltre, le due amministrazioni provinciali si propongono di rafforzare i rapporti tra università, scuole di specializzazione post universitaria e imprese creative presenti su rispettivi territori per favorire lo sviluppo di sinergie e programmi di formazione e informazione.
 ”
“Si vuole mettere in campo – ha detto Penati – per incentivare l’ arrivo di talenti stranieri".
 ”
Il gruppo di lavoro, in particolare, si dovrà occupare di verificare le opportunità di finanziamento alle imprese creative offerte dai bandi europei e di analizzare l’ andamento del mercato del lavoro nelle industrie creative. Attraverso gli osservatori presenti nelle due provincie, con questa collaborazione si vuole sviluppare una tassonomia delle professioni creative e una maggiore conoscenza delle opportunità occupazioni esistenti all’ interno del settore per rendere sempre più incisive le politiche di matching tra domanda e offerta di lavoro.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet