25 giugno 2009 Sicurezza: la nuova Centrale Operativa della Provincia di Roma

Obiettivo sicurezza. La Provincia di Roma affida il controllo e il monitoraggio del territorio ad una struttura innovativa che avrà il compito di coordinare gli interventi su temi delicati come ambiente, viabilità, emergenze sociali. Le tecnologie usate sono le più avanzate e come supporto sono stati installati dieci terminali di consultazione, due megaschermi e un videowall a parete, composto da nove schermi visibili a tutta immagine o frazionabile a seconda delle esigenze. ”
“Con questa centrale – ha detto Nicola – vogliamo garantire maggiore efficienza e razionalizzare il lavoro del corpo della Polizia provinciale. Attraverso il videowall, avremo un monitoraggio in tempo reale delle pattuglie impegnate su strada e questo grazie alle prime otto telecamere installate tutte fuori dal territorio del comune di Roma. Si tratta -ha aggiunto Zingaretti- di una mappatura che stiamo costruendo in rapporto con i Sindaci dei 121 comuni della Provincia, ma questa sala è anche a disposizione della Protezione civile, senza dare luogo a sovrapposizioni rispetto ad altre strutture esistenti”.
 ”
Il parco veicoli della Polizia Provinciale è stato inoltre aggiornato con la ” dotazione di strumenti radio di ultima generazione: 84 veicoli, tra auto, moto e fuoristrada, sono stati dotati di nuovi apparati radio digitali con sistema GPS ” collegati alla stazione radio della Centrale operativa.
 ”
L’Amministrazione provinciale ha installato impianti di videosorveglianza di tipo megapixel nelle aree adibite a parcheggio di scambio delle stazioni ferroviarie. Una tecnologia che consente di inquadrare una grande porzione di area sorvegliata ma, a differenza delle comuni telecamere, ogni punto dell’inquadratura è messa a fuoco ed è possibile effettuare zoom ed inquadrature in altissima definizione, tenendo naturalmente conto della legislazione in materia di privacy. Un primo blocco di quattro stazioni è in corso di realizzazione: Tivoli già collegata, Colleferro, Lido di Lavinio, Manziana. Il progetto sarà poi esteso ad altre località del territorio: Zagarolo, Valmontone, Pomezia-Santa Palomba, Montelibretti, Santa Marinella, Marina di Cerveteri, Santa Maria delle Mole.
 ”
Sarà in seguito  ” realizzato ” un più vasto monitoraggio del territorio, attraverso l’installazione di telecamere dotate di sensori termici e ad infrarosso, che consentono di rilevare un incendio immediatamente al suo innesco, diramare la nota di allarme e pianificare gli interventi adatti. E’ poi in fase di ultimazione l’unificazione delle frequenze per ottenere un canale radio per le trasmissioni delle comunicazioni tra le Forze di Polizia Locale per razionalizzare, snellire e velocizzare le informazioni tra i Comuni del territorio.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica