28 luglio 2009 Al Pd serve una rivoluzione culturale

Voterò Bersani perché così com’è oggi il nostro partito non mi piace: troppe persone, troppe correnti. A Pierluigi Bersani chiederò di essere protagonista di una rivoluzione culturale, perché la cultura della fedeltà ai leader ci ha devastato il cervello, è parte di una deformazione della politica, tanto che quando si entra in una sezione ci si chiede con chi stai e non cosa pensi" Nicola ha affrontato il tema del congresso del Pd dal palco del ‘Democratic Party’ di Roma.
Seduto accanto algovernatore della regione Puglia, Nichi Vendola, Nicola ha ribadito di non volersi candidare a segretario del Pd "per il rispetto che ho degli elettori. Oggi che avremmo bisogno di un duro scontro basato sulle idee, – ha aggiunto – abbiamo invece creato un meccanismo con regole che spingono adesaltare solo gli individui. Ai 3 candidati – chiedo quindi una cosa: tentare di fare una campagna elettorale in cui ci si impegna a non parlare male degli altri, ma delle proprie idee". ”
Sulla vicende che stanno coinvolgendo il premier Silvio Berlusconi, Nicola ha poi detto: "A me non piace il Berlusconi privato e lo condanno ma sicuramente voglio una coalizione che si confronti perché non gli piace il Berlusconi pubblico. Noi vinciamo la scommessa se riusciamo a costruire un’offensiva sulla catastrofe sociale del Berlusconi pubblico".
 ”
"La ricetta della destra – ha aggiunto – non e’ andata perché non ha prodotto risultati e per il centro sinistra può essere un’ occasione per ripartire. L’ Italia – ha detto – ci chiede un soggetto pluralista e unitario che si confronti sui contenuti. Una confederazione di correnti non è adeguata a risolvere iproblemi di questo paese. Dobbiamo cominciare a tessere un filo che non riproponga gli stessi errori del passato". E tra gli errori, secondo Nicola c’è quello dell’ immobilismo. "La maggior parte degli italiani ci ha percepito come quelli che avevano belle idee ma che producevano pochi fatti. Alla finehanno scelto chi i fatti li produceva, anche se odiosi".


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet