12 ottobre 2009 La cultura è crescita. L’incontro a Palazzo Valentini

"Sulla cultura si deve puntare, non è mai una spesa per il settore pubblico, ma un investimento. L’ industria culturale italiana va riformata, che non significa tagliare ma cambiare radicalmente per investire. Dobbiamo pensare ad una grande industria culturale che investe nei vari campi anche in quello della televisione e delle comunicazione".
La ha detto Nicola, aprendo i lavori dell’incontro ‘La Cultura è crescita’. Una giornata dedicata alla cultura organizzata per far incontrare amministratori locali, impiegati e lavoratori del settore dello spettacolo e i parlamentari della commissione cultura. "Far incontrare i protagonisti della cultura con coloro che lavorano in parlamento sulle riforme – ha affermato Nicola, spiegando il senso della giornata ospitata da Palazzo Valentini e parlando ai deputati di maggioranza e opposizione presenti: Gabriella Carlucci, Luciano Ciocchetti, Emilia Grazia De Biasi e Marco Causi.
 ”
"Abbiamo proposto questo incontro – ha aggiunto Nicola – perché partiamo da un punto di vista partigiano: quello che la cultura è crescita, civile, sociale e di forza per un paese. Crescita però significa investimenti. Come Provincia stiamo investendo moltissimo sulla promozione della creatività come nuova opportunità". Una discussione, quella di questo primo incontro, che ha affrontato le tematiche della nuova legge quadro e i finanziamenti del Fus.
 ”
"La sfida – ha poi concluso Nicola – è sicuramente la necessità di riformare il Fus non tagliarlo. Sarebbe bellissimo investire su un canale televisivo dedicato all’ arte, come accade in Francia con Artè, sarebbe un segnale chiaro per l’ Italia: la cultura come pilastro su cui puntare".


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica