30 dicembre 2009 Nicola incontra i lavoratori dell’Ispra: “Il Ministro faccia il suo dovere”

Nicola ha incontrato i lavoratori dell’Ispra che da giorni sono saliti sul tetto della sede dell’Istituto di via Casalotti per protestare contro il rischio licenziamento. "La mia presenza è un atto dovuto e motivato – ha detto – in primo luogo per mantenere accesi i riflettori nei confronti di una civile forma di lotta e di protesta di lavoratrici e lavoratori che meritano l’attenzione della nostra comunità. L’Ispra rappresenta una delle eccellenze del nostro territorio e tante parole su come rispondere alla crisi diventano ridicole se, mentre si discute su come far riprendere l’ economia, si mortificano proprio queste eccellenze".
"E’ sbagliato banalizzare la forma di protesta di questi ricercatori e bisogna invece continuare a interessarsene- ha aggiunto Nicola – Trovo semplicemente folle che dopo giorni e giorni di protesta non ci sia stato alcun segno di attenzione da parte del ministro Prestigiacomo, che io chiamerò tra un po’. Rinnovo pubblicamente l’invito e l’ appello affinché ci sia un segnale di attenzione contro il rischio che questa protesta diventi, o venga percepita, come invisibile".
Secondo Nicola, "un segnale di attenzione, la richiesta di un incontro, l’apertura di un tavolo con il Governo, è il minimo indispensabile che si possa fare. Non si può continuare a pensare che per farsi ascoltare bisogna stare per così tanti giorni in queste condizioni. Concretamente si può fare molto, perché un coinvolgimento degli enti locali, Provincia e Regione, potrebbe garantire all’ istituto le risorse per procedere nella propria attività. So che da parte della Regione ci sono stanziamenti pronti, e anche come Provincia siamo pronti a cooperare e collaborare per garantire all’Ispra la normalità della sua attivita’ anche nei prossimi anni. Per fare questo, bisogna però superare la miopia di chi non vede che mortificando un istituto come l’Ispra, si mortifica anche un pezzo di qualità ed eccellenza del nostro sistema pubblico".


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica