24 febbraio 2010 Nicola a Barcellona, in agenda innovazione, sviluppo e creatività

Innovazione, creatività e sviluppo economico: ” sono i temi al centro della due giorni a Barcellona durante la quale Nicola ” ha incontrato ” i rappresentanti delle istituzioni spagnole e ha partecipato all’Assemblea regionale locale euromediterranea, che unisce gli enti regionali e locali che si affacciano sul Mediterraneo e intendono scambiare esperienze e promuovere programmi comuni nell’ambito di iniziative e progetti europei. ”
Nel corso della riunione, Nicola ha ricordato l’importanza di un impegno comune in difesa dell’ambiente. "Di fronte all’emergenza ambientale dei prossimi anni – ha detto – i paesi del mediterraneo sono uniti da un destino comune. Gli scenari di previsione indicano per i nostri paesi un aumento medio della temperatura di circa 4 gradi e una riduzione delle precipitazioni fino al 40 per cento nei prossimi cinquant’ anni. Questo vuol dire che sul cambiamento climatico, sulle emissioni inquinanti, sulla riduzione delle risorse idriche l’’unico modo per farcela è lavorare insieme ai nostri vicini, rafforzare la cooperazione fra gli enti locali e passare dalle parole ai fatti".
 ”
"A maggio organizzeremo la seconda conferenza provinciale sull’ambiente provincia di kyoto2 che avrà al centro proprio il tema del clima e dell’ energia. Sarà un’occasione importante – ha aggiunto Nicola – per definire, insieme ad organizzazioni e fondazioni internazionali come essere protagonisti di questa sfida, per costruire progetti comuni sullo sviluppo delle energie rinnovabili, per cogliere insieme le opportunità di investimento offerte dai fondi europei, per mettere le migliori idee e le migliori pratiche in una rete comune".
 ”
In agenda, inoltre, l’incontro con il presidente della deputazione di Barcellona e con i rappresentanti di ‘Barcelona Activa’, e di ‘Acc1ò’, le agenzie di sviluppo del Comune di Barcellona e della regione della Catalogna che promuovono progetti di formazione lavorativa, sostengono le imprese e  ” coordinano i centri per l’ impiego del territorio. “Vogliamo costruire – ha spiegato – una partnership con una delle realtà più avanzate in Europa che nel corso degli anni ha messo in campo ” una strategia metropolitana capace di diventare un modello anche per il nostro territorio su temi chiave come creatività e innovazione, relazione tra università e impresa. Il nostro obiettivo è, quindi, quello di guardare alle buone prassi per avere un termine di paragone concreto, e, soprattutto, creare alleanze per nuovi gemellaggi e progetti europei”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica