11 gennaio 2006 Un nuovo partito, veramente democratico

Con un’intervista a la Repubblica, Filippo Andreatta invoca «una data per la Costituente del Partito Democratico», un appuntamentio da fissare già adesso. E indica le sue priorità per il nuovo soggetto politico.
Una posizione che non convince Nicola Zingaretti: «Ho letto con molta attenzione l’intervista di Filippo Andreatta e condivido il fatto che proprio in una nuova generazione sono più forti le aspettative e le speranze poste nei confronti del processo unitario e della nascita di una nuova forza politica. Ma voglio anche dirgli che il partito democratico non può essere antidemocratico. Abbiamo una concezione dei partiti, e vogliamo mantenerla, come soggetti collettivi di massa che attraverso la pratica e il coinvolgimento democratico determinano scelte, azioni e politiche. C’è un processo aperto, diamogli vita. Facciamolo crescere, rendiamolo credibile e coinvolgente. I partiti sono una cosa seria, diversa dai club. Non nascono mai attraverso scorciatoie e colpi di mano. Impariamo, se vogliamo unire le diversità, a rispettare le ragioni di chi vogliamo unire. La democrazia è coinvolgimento, ascolto, è fatica ma è anche forza. Forza indispensabile per evitare ennesime false partenze e giri di valzer di cui non se ne può più».


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica