13 aprile 2010 Viaggio della Memoria. Nicola ai ragazzi: “Vogliamo passarvi il testimone”

"Il nostro scopo è passarvi il testimone. Abbiamo organizzato questo viaggio affinché da domani ” voi continuiate nel lavoro di costruzione della memoria". Il presidente dalla Provincia di Roma, Nicola ha affidato questa missione ai 240 ragazzi delle 60 scuole del territorio che hanno partecipato al viaggio della memoria nel campo di sterminio di Mauthausen, in Austria. ”
Nicola si è soffermato inizialmente sul rischio che il negazionismo possa trovare riparo nella difesa della libertà di espressione: questa, ha sottolineato, "deve avere un limite. Hanno diritto di cittadinanza quelle idee e quei pensieri che per affermarsi non contemplano la negazione dell’ altro ad esistere. Questo è il punto di svolta". Poi, ricordando quanto visto ai campi di sterminio di Ebensee e Gusen, dove i luoghi della tragedia sono stati sostituiti quasi del tutto da villette, Nicola ha confessato che "per me oggi è stato un trauma: qui tocchi con mano la rimozione della storia. Quando questa avviene sul terreno delle idee è più difficile capirla, mentre qui abbiamo una rimozione fisica con la scomparsa di un pezzo della storia dell’ uomo: qui abbiamo visto qualcosa di mostruoso, se non fosse stato per due famiglie italiane la storia sarebbe stata cancellata con la costruzione di villette".
 ”
Stesso discorso da Vera Michelin Salomon, presidente dell’Aned di Roma: "La memoria non è una ” cosa che vi diamo, la dovete elaborare altrimenti questi campi che avete visto sono delle pietre. La visita è molto importante, ma non è sufficiente".

Nicola ha chiesto quindi ai ragazzi "coerenza nei comportamenti di oggi, perché dove c’è insito il germe dell’ intolleranza e del razzismo, sotto la brace c’è un atteggiamento di arroganza. E’ inutile farsi venire i lacrimoni se non ha il coraggio di ribellarsi ai cori razzisti".

Un passaggio di riconoscimento sui sopravvissuti che hanno accompagnato gli studenti: "Sono donne e uomini che sono costretti a tornare qui dopo sessant’anni perché ci sono persone che mettono in dubbio quello che è successo: facciamo in modo che oltre al dolore di quello che hanno vissuto non debbano subire l’ onta di vedere negato quello che e’è successo".

 ”
Nicola, inoltre, ha ricordato le iniziative dell’Amministrazione provinciale per continuare il lavoro intrapreso in questi giorni, a partire dalla Banca della memoria: "Stiamo girando la provincia intervistando gli anziani, i nostri e i vostri nonni, per realizzare un nuovo sito. E’ un bellissimo progetto che vi vede protagonisti perché siete voi stessi a fare le interviste". Poi c’è il progetto ‘Cinema e storia’, che porta il grande cinema italiano nelle scuole affinché sui grandi temi della storia si creino dei momenti di riflessione. Ci saranno anche corsi di formazione e aggiornamento per docenti e percorsi extra e parascolastici per gli studenti. ” Importante anche la pagina di Facebook ‘Viaggio della Memoria ” Provincia di Roma’, ” nata lo scorso anno dopo il primo viaggio della Memoria ad Auschwitz, un luogo virtuale di scambio e di conoscenza.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica