19 aprile 2010 Emergency, Nicola: “Gioia per la liberazione dei volontari”

“Adesso siamo tutti più sereni e felici – ha detto Nicola – Con la liberazione dei tre italiani di Emergency, si chiude una brutta pagina, e si restituisce tranquillità e fiducia alle famiglie dei volontari e all’intera associazione di Gino strada che in 16 anni di attività in Afganistan è stata in grado di costruire il miglior servizio medico a disposizione di quel martoriato Paese”.
“Siamo pieni di gioia per questa bella notizia – ha aggiunto – dopo giorni di angoscia e di apprensione per le sorti di Marco Garatti, Matteo Dall’Aira e Matteo Pagani, adesso tiriamo tutti un sospiro di sollievo e rinnoviamo e confermiamo la nostra fiducia e solidarietà nei confronti di Gino Strada e di tutti gli operatori di Emergency, quotidianamente impegnati sul campo per aiutare e prestare soccorso a tutte le vittime di guerra, soprattutto bambini, nei Paesi più poveri e devastati de mondo. Strada alla fine ha detto: ‘Grazie a chi era vicino a noi sin dal primo minuto’, perché, è ovvio, nelle prime ore dopo gli arresti ha prevalso la sensazione che qualcuno abbia creduto più a chi aveva arrestato questi ragazzi, lì per aiutare gli altri, che non a loro e non a Emergency. E qualcosa, da questo punto di vista proprio non è andato. È finita bene e ora va detto che Emergency è una di quelle Ong, di quelle istituzioni civili di cui l’Italia deve essere orgogliosa. C’è chi ha avuto il coraggio di dirlo durante tutte queste giornate”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet