26 maggio 2010 Finanziaria, Nicola: “Il rischio è meno soldi per Roma e più tasse per i Romani”

Dopo le indiscrezioni, “si attendono i testi” sulla manovra che sta preparando il Governo. Ma "se si dovesse procedere – ha detto Nicola – ad un aumento della tassazione e delle imposte su Roma, calcolando che c’è il rischio che ciò possa avvenire anche a livello regionale, il risultato sarebbe: ” meno soldi per Roma e più tasse per i romani, che non mi sembra affatto un buon risultato quindi siamo ovviamente preoccupati". ”
Nicola ha tenuto a sottolineare come "Roma in questo momento avrebbe bisogno dell’opposto, cioè di un patto di solidarietà e di rilancio di una nuova classe dirigente per immaginare un modello di sviluppo e il suo sostegno. Quindi – ha aggiunto – ovviamente siamo molto preoccupati perché sembra che a ciò si aggiungano tagli che subirà la Regione Lazio e la Provincia di Roma, perché la manovra nazionale è una manovra che scarica per oltre il 50% del suo totale non sugli enti locali sui cittadini. Allo stato attuale non sappiamo nulla dei decreti attuativi di Roma capitale".
 ”
Nonostante la visita del premier Silvio Berlusconi in Campidoglio, e "la città incartata di manifesti che annunciavano provvedimenti che si stanno rivelando completamente privi di fondamento". "Ovviamente – ha concluso Nicola – attendiamo i testi. Ma se fossero vere le indiscrezioni sulla manovra sarebbe davvero qualcosa di incredibile e di incommentabile". ”
 ”

Sull’ipotesi del Governo di eliminare le Province sotto i 200 mila abitanti Nicola ha poi aggiunto: “Tutti auspichiamo una riorganizzazione o un processo di riforma – ha detto -, ma se si procede solo con l’accetta o con criteri meccanici, si producono effetti devastanti”.

 ”


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet