22 settembre 2010 Nicola: “Il Governo ascolti l’appello dell’Università La Sapienza contro i tagli”

"Sono molto preoccupato – ha detto Nicola – per il rischio che l’anno accademico possa iniziare in ritardo all’Università La Sapienza a causa delle difficoltà finanziarie. Credo che il Governo non possa permettersi di trasmettere fondi insufficienti alle università, perché la formazione è una delle misure più importanti per uscire stabilmente dalla crisi e mettere le basi per lo sviluppo futuro del nostro territorio e del nostro Paese. ”
"Le politiche del Governo Berlusconi e in particolare l’incertezza palesata finora per l’ approvazione della nuova normativa, e in generale i tagli alle Università, stanno affamando l’intero sistema e mettendo seriamente a rischio il diritto allo studio di migliaia di giovani italiani. Ciò che appare chiaro è che per chi governa il Paese istruzione e cultura rappresentano un peso e non un investimento, un atteggiamento che finirà per dequalificarci e ci renderà sempre meno competitivi. Come ha sottolineato ieri anche il presidente della Repubblica Napolitano occorre investire nella ricerca e nel sapere e non ridurre o lesinare le risorse, per questo sostengo l’appello che viene dall’Ateneo romano e mi auguro che Governo e Parlamento facciano lo stesso".


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet