22 aprile 2014 Tre bandi per sostenere il mondo dei libri e dell’editoria La nostra è la prima Regione in Italia per il numero delle case editrici. Nel 2013, però, questo settore così importante non aveva ricevuto alcuna copertura economica. Scopri tutti i nostri progetti per promuovere la lettura sul territorio, nelle scuole e nelle aree svantaggiate

La lettura è uno strumento molto importante non solo per la formazione e la crescita delle persone ma anche per l’economia della nostra Regione, che è la prima in Italia per il numero delle case editrici. Questo settore così importante nel 2013 non aveva ricevuto alcuna copertura economica.

Per questo abbiamo messo a disposizione tre bandi, con un piano per sostenere la promozione del libro, della lettura e delle piccole e medie imprese editoriali del Lazio.

Promozione della lettura sul territorio. Con un bando per sostenere i progetti che promuovono linguaggi innovativi dedicati al mondo giovanile, alla terza età e all’integrazione culturale. Valorizziamo in particolare quelli che si svilupperanno in zone o luoghi a forte criticità sociale: aree metropolitane svantaggiate, ospedali e carceri.  300 mila euro le risorse che mettiamo a disposizione. Ecco il bando.

Progetti nelle scuole. Coinvolgeremo direttamente le case editrice presenti sul territorio con un bando da  200 mila euro.

Finanziamenti per l’editoria digitale.  Con il bando ‘New Book’, che è dedicato ai giovani sotto i 35 anni, sosteniamo l’editoria che vuole rinnovarsi e puntare sullo sviluppo di nuovi prodotti digitali attraverso la contaminazione fra generi diversi e la diffusione di contenuti liberi dal diritto d’autore.

Ecco come stiamo lavorando per sostenere il mondo dell’editoria in un momento difficile come quello che sta attraversando:

Favoriamo l’accesso al libro e alla lettura per tutti. È nostro dovere ampliare il numero dei lettori, mettendo sempre più cittadini in condizione di leggere, siamo convinti che sia un diritto fondamentale di ogni cittadino.

Una rete di iniziative sul territorio e nelle scuole. Vogliamo sostenere chi lavora da anni in questo settore portando avanti spesso in mezzo a tante difficoltà festival e rassegne che hanno animato il territorio laziale. E poi vogliamo anche favorire le iniziative che legano la lettura alla promozione della coesione sociale nei comuni e nelle periferie.

Aumentiamo gli spazi dedicati alla lettura. Con i nostri bandi sosteniamo i librai indipendenti e premiamo le iniziative che promuovono le biblioteche e valorizzano il patrimonio culturale del Lazio, soprattutto nelle aree carenti di servizi culturali. Tra le altre cose abbiamo anche immaginato un bando per le biblioteche scolastiche, che devono essere ricostruite e messe a disposizione dei ragazzi.

Rilanciamo il settore della piccola e media editoria, che rappresenta una specificità della nostra Regione e ha una funzione importante all’interno del mondo della piccola impresa della nostra regione.

Il mondo dell’editoria è fondamentale non solo per il valore aggiunto alla crescita economica e per la dimensione occupazionale, ma perché è proprio nella piccola e media editoria che è più forte la scommessa sulla qualità, sulla novità, sugli esordi.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet