16 marzo 2015 Housing sociale: restituiamo alle persone il diritto alla casa Oggi abbiamo firmato un accordo con la Cassa Depositi e Prestiti per sostenere le tantissime persone in difficoltà che non hanno i requisiti per un alloggio popolare ma non possono comunque possono permettersi un affitto a canoni di mercato: famiglie, giovani coppie, anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate, studenti fuori sede, immigrati regolari a basso reddito

In questi anni tanti cittadini si sono ritrovati senza il diritto alla casa: sono aumentati i provvedimenti di sfratto, la morosità negli affitti, le difficoltà con i mutui.  Noi abbiamo deciso di fare la nostra parte, non vogliamo dimenticare le tantissime persone in difficoltà che non hanno i requisiti per un alloggio popolare ma non possono comunque possono permettersi un affitto a canoni di mercato: famiglie, giovani coppie, anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate, studenti fuori sede, immigrati regolari a basso reddito.

Abbiamo firmato un protocollo con la Casse Depositi e Prestiti. Parte una nuova fase in cui il diritto all’abitare diventa una priorità: con il protocollo che abbiamo firmato  andiamo incontro alle esigenze di chi non vede rispettato il proprio diritto alla casa. Era un’opportunità che non c’era  e che da oggi è realtà perché  integriamo le politiche abitative tradizionali con iniziative di partnership pubblico – privata. In particolare, il protocollo che abbiamo firmato sblocca 4 importanti novità nella gestione dell’emergenza abitativa del Lazio:

  1. L’accesso al fondo investimenti per l’abitare, gestito da Cassa Depositi e Prestiti sgr, con 500 milioni ancora disponibili in tutta Italia.
  2. La possibilità per le Ater di utilizzare i propri terreni per progetti di housing sociale, con la costruzione di nuovi edifici proprio per questo scopo.
  3. Rende operative le norme previste dal nuovo piano casa che, a fronte della possibilità di cambiare destinazione d’uso e premi di cubatura, introducono l’obbligo di  mettere a disposizione alloggi in housing sociale in affitto a 5 euro al metro quadrato a Roma e  a 4 euro nel resto del Lazio. Tra le altre cose il fondo investimenti per l’abitare può contribuire infatti anche a finanziare la quota di housing sociale.
  4. La ristrutturazione di edifici già realizzati. Il protocollo orienta il reperimento dell’housing sociale verso la ristrutturazione di edifici già realizzati, o in corso di realizzazione, piuttosto che verso la nuova edificazione.

Siamo già intervenuti con tre azioni strategiche. La prima è stata quella del recupero del patrimonio immobiliare pubblico che abbiamo portato avanti,  la seconda  dall’acquisto di immobili privati sul libero mercato a prezzi calmierati, puntando anche sull’invenduto, e la terza l’individuazione di patrimonio immobiliare già esistente, da riqualificare o riconvertire.

Quello di oggi è un passo importante dopo il piano straordinario per l’emergenza abitativa che abbiamo messo in campo subito dopo il nostro insediamento con 257 milioni di euro, riattivando i fondi gescal, gestione case per i lavoratori.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet