6 marzo 2014 La Regione cancella gli sprechi e risparmia 200 milioni di euro, ecco come Stiamo dimostrando che è possibile mettere a posto i bilanci senza aumentare le tasse. I tagli ai costi della politica, la riorganizzazione della macchina amministrativa e delle società regionali ci consentiranno di risparmiare entro l’anno prossimo 200 milioni di euro

Risanare i bilanci senza aumentare le tasse è possibile, è il nostro modello. In questi primi mesi alla Regione siamo riusciti a ottenere risparmi per 200 milioni di euro solo tra il 2013 e il 2014. I risparmi diventeranno effettivi, e quindi potranno essere contabilizzati, dai prossimi mesi.

Come li stiamo ottenendo?

Costi della politica. Nel corso dell’ultimo anno le spese per il Consiglio sono passate da 85 a 59,7 milioni di euro. È un taglio netto che porta il Lazio a un livello di spesa inferiore alla media nazionale.

Riorganizzazione delle società regionali. Comporterà risparmi per 22 milioni di euro all’anno.

Soppressione dell’ASP, l’Agenzia di Sanità Pubblica. Dal 1° dicembre 2013 abbiamo trasferito le competenze istituzionali dell’Asp alla giunta regionale e al dipartimento di epidemiologia della ASL Roma E. I risparmi previsti sono di 3,75 milioni di euro per il 2014, di 5,75milioni per il 2015 e di 6,75 milioni per il 2016. A regime, il risparmio si manterrà sulla cifra di 6,75 milioni di euro all’anno.

Riordino della Società Sviluppo Lazio. Passa a Sviluppo Lazio la gestione delle attività delle società Filas, Bic Lazio, Unionfidi e Banca Impresa Lazio. Risparmieremo 4 milioni di euro all’anno. In particolare, non solo riduciamo costi sulla gestione e il controllo delle società, ma risparmiamo anche sul mantenimento delle strutture, perché abbiamo deciso di trasferire tutti gli uffici in un’unica sede di proprietà della Regione. Altri risparmi, tra l’altro, lo otteniamo dalla riduzione delle consulenze, dalla centralizzazione degli acquisti, dall’unificazione del sistema informativo e dal superamento di sovrapposizioni e diversità, anche dei contratti collettivi di lavoro applicati alle società.

Razionalizzazione Patrimonio La riorganizzazione logistica ha riguardato Sviluppo Lazio, l’Asp e il Dipartimento di epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale, comportando un risparmio di 1,6 milioni di euro all’anno. Sempre in tema di razionalizzazione, abbiamo restituito all’Agenzia del Demanio dello Stato, che ne detiene la proprietà, parte dello stabile  attualmente occupato dall’ ARDIS e dall’Ufficio Idrografico e Mareografico della Direzione Ambiente. Questo comporterà un risparmio di 200mila euro all’anno.

Soppressione CREIA Con la chiusura dei CREIA, i centri regionali di educazione ambientale, del Coordinamento CREIA e della Scuola di Ingegneria naturalistica risparmiamo  5 milioni l’anno.

Soppressione Abecol. Con la soppressione di questa agenzia risparmiamo  1,25 milioni di euro all’anno. L’obiettivo generale in cui si inserisce questo provvedimento, oltre al risparmio, è anche quello della semplificazione amministrativa dei diversi enti operanti nei vari settori.

Una sola azienda di mobilità: Astral. Svolgerà sia le attività di Aremol, l’Agenzia Regionale per la Mobilità, che di quelle di Cotral Patrimonio non funzionali ai servizi di trasporto pubblico. Oltre ad aumentare l’efficienza, con la riduzione dei centri di comando,  risparmiamo 3 milioni di euro l’anno.

Riduzione di 75 poltrone nei Consigli di amministrazione, che scendono da 88 a 13.

Creazione della centrale unica acquisti. Con la rinegoziazione dei contratti, la razionalizzazione dei servizi, il controllo dell’esecuzione dei contratti di servizio, le gare centralizzate e gli interventi sui prezzi di riferimento e sulla razionalizzazione delle spese  risparmiamo 163 milioni di euro a partire dal 2014. Grazie alla Centrale unica degli acquisti continueremo con serietà e lungimiranza a tagliare gli sprechi e a migliorare i servizi.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica