25 agosto 2015 Roma Lido: il lavoro della Regione per ridare ai pendolari il diritto a muoversi Nelle ultime settimane si sono verificati disagi su questa linea, collegati soprattutto a vicende gestionali interne ad Atac S.p.A. Ecco tutto quello che stiamo facendo per ridare dignità a questo servizio

La Roma-Lido, insieme alla Roma-Viterbo e alla Roma-Pantano, è una delle tre ferrovie ex concesse della Regione. Si tratta cioè di linee la cui gestione è stata affidata a Roma Capitale attraverso Atac.

La Regione investe più di 100 milioni di euro. Negli ultimi anni abbiamo finanziato Atac con 40 milioni di euro per sostenere la manutenzione straordinaria e gli investimenti. A breve, grazie al nuovo contratto di servizi, erogheremo altre risorse, per un importo superiore a 100 milioni.

I disservizi delle ultime settimane. La gestione della ferrovia Roma Lido, nelle ultime settimane, è stata caratterizzata da gravissimi disservizi dovuti principalmente a vicende gestionali interne ad Atac. Proprio per questo, come Regione, per rendere meno pesanti i disagi, abbiamo concordato di effettuare un servizio integrativo su gomma che è stato effettuato anche la domenica. Nello stesso tempo abbiamo inoltrato ad Atac una lettera formale di contestazione e ci siamo riservati di applicare anche le decurtazioni e le penali previste dal contratto per il servizio non svolto.

I nostri interventi per migliorare questa linea. Conosciamo i disagi quotidiani dei pendolari, per questo, da mesi siamo al lavoro per ridare dignità al trasporto pubblico, anche sulla Roma-Lido. Nella fascia mattutina siamo riusciti ad assicurare un treno ogni 7,5 minuti. Abbiamo una serie di obiettivi con scadenze precise.

È un impegno che non si ferma qui: nell’ambito delle competenze della Regione il nostro obiettivo è quello di ridare dignità a questo servizio e rispondere alle richieste dei pendolari.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet