29 novembre 2013 Sami Modiano riceve il dottorato honoris causa per il suo impegno per la memoria Un riconoscimento importante per Sami Modiano, che aveva otto anni quando è stato costretto a lasciare la scuola a causa delle leggi antisemite del regime fascista

“Ero tra i primi della classe, tra i più bravi, benvoluto dall’insegnante che non teneva conto della religione. Che fossi ebreo non importava a nessuno, almeno fino a quel giorno del 1938”.

E’ il ricordo di Sami Modiano, che aveva otto anni quando è stato costretto a lasciare la scuola a causa delle leggi antisemite del regime fascista. Da quel giorno non ha più potuto studiare. 75 anni dopo riceve il dottorato honoris causa per il suo impegno di testimonianza dell’orrore della Shoah. Un riconoscimento importante: la memoria è l’unico antidoto perché quello che è stato non si ripeta mai più


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet