26 settembre 2014 Una nuova sanità per la Provincia di Rieti Ho scritto al sindaco di Rieti per raccontare il nostro impegno per rendere la sanità di questo territorio più efficiente e più vicina ai bisogni delle persone

Per voltare pagina stiamo costruendo una nuova sanità, più efficiente, con meno sprechi e più vicina ai bisogni delle persone. È una sfida che non si vince con i tagli, ma garantendo e migliorando i livelli essenziali di assistenza: è una sfida al cambiamento, nell’organizzazione e nell’offerta di assistenza, che si vince superando pigrizie, corporativismi e rendite di posizione.

Stiamo innovando la sanità del Lazio. Abbiamo avviato questo processo con alcune azioni molto concrete, che stiamo mettendo in pratica anche per Rieti e la sua provincia. Per questo ho scritto una lettera al sindaco di Rieti, per raccontare il nostro impegno per cambiare anche in questo territorio.

Ecco cosa stiamo facendo:

Il nostro obiettivo è garantire il diritto alla salute dei cittadini. La proposta che abbiamo elaborato per la sanità di questo territorio non tiene conto solo dei numeri e degli obiettivi economici: sono importanti, ma non bastano per definire un sistema complesso. Vogliamo prestare la massima attenzione a tutti, anche ai cittadini residenti nelle aree con modeste dimensioni demografiche.

Un nuovo modello: dall’ospedale al territorio. Con i Programmi Operativi 2013-2015 per la prima volta abbiamo spostato le  risorse dall’ospedale al territorio, e l’abbiamo fatto in tanti modi: attraverso la continuità dell’assistenza, la medicina d’iniziativa con la presa in carico dei pazienti cronici e il potenziamento dei presidi sanitari. Il tutto, ovviamente, nella garanzia dell’appropriatezza delle prestazioni.

Ecco come stiamo costruendo la nuova sanità reatina. A partire del potenziamento dal San Camillo De
Lellis di Rieti, dove manteniamo e ampliamo tutte le specialità presenti nelle varie aree, comprese quelle oncologica, chirurgica e specialistica. Il DEA di I livello è  il riferimento provinciale della rete dell’emergenza,  e poi è un punto della rete cardiologica e traumatologica e del centro perinatale.

Aumentiamo i posti letto. Ce ne saranno 38 in più, tra cui quelli per la riabilitazione e la lungodegenza, che fino ad oggi non c’erano. Tra le altre cose abbiamo anche istituito la stroke unit, che prima non c’era, e così abbiamo inserito l’ospedale all’interno della rete ictus. I reparti di Ostetricia, Pediatria e Neonatologia, invece, rimarranno riferimento provinciale e, come ha richiesto la Asl, verranno anche attivati dei processi di clinicizzazione in collaborazione con l’Università La Sapienza.

Riapriamo dopo decenni la struttura di Poggio Mirteto. Colmiamo anche così il deficit storico di posti letto di lungodegenza e riabilitazione della provincia di Rieti. Lo faremo dopo che la Asl avrà svolto tutte le procedure amministrative. E poi andiamo avanti anche con l’accreditamento di strutture di riabilitazione per bambini.

A breve apriamo la Casa della Salute di Magliano Sabina,
una struttura innovativa che sarà a disposizione dei malati cronici. Miglioriamo i servizi sul territorio anche attraverso una collaborazione integrata con l’ospedale di Civita Castellana. Tra le altre cose stiamo anche avviando l’accordo con la Regione Umbria per la regolamentazione della mobilità sanitaria.

Un futuro per l’ospedale di Amatrice. Abbiamo chiesto che sia riconosciuto come ospedale di zona disagiata e proprio in queste ore abbiamo ricevuto la risposta positiva dal Ministero della Salute su questa opportunità.

Finalmente torniamo a investire e a crescere e lo facciamo riorganizzando tutto il sistema. Stiamo riducendo gli sprechi e migliorando la sanità regionale, anche a Rieti. Ed è finita la stagione dei tagli. Ora per questa sfida che abbiamo intrapreso, e che ci porterà ad una sanità moderna e più efficiente, chiediamo il sostegno e la condivisione di tutti, a partire dai cittadini. Insieme ce la faremo.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica