27 giugno 2013 Più vicina alle persone. Ecco come stiamo cambiando la sanità In tre mesi abbiamo messo al sicuro la sanità del Lazio. Con alcuni importanti provvedimenti per affrontare i tanti problemi e le questioni mai risolte. C’è una situazione drammatica: abbiamo deciso di eliminare gli sprechi e investire nelle cure delle persone

In tre mesi abbiamo messo al sicuro la sanità del Lazio. Abbiamo creato una cabina di regia per affrontare i tanti problemi e le questioni mai risolte. C’è una situazione drammatica ma abbiamo deciso di eliminare gli sprechi e investire nelle cure delle persone. Siamo al lavoro per uscire da sei anni di commissariamento e dal piano di rientro da parte del Governo. E’ un obiettivo a portata di mano, che possiamo raggiungere con l’impegno di tutti.

Ecco alcuni importanti risultati del nostro lavoro:

Sbloccati 540 milioni di euro del piano di rientro. E dal governo sono arrivati 780 milioni destinati a pagare i fornitori.

416 posti in più per l’assistenza socio sanitaria. Mancano ancora 3000 posti, in strutture che sono una parte essenziale della nuova sanità territoriale che vogliamo.

Il Cto cambia. Lo storico ospedale della Garbatella tornerà ad essere punto di riferimento nazionale per la riabilitazione e le cure con protesi. Da simbolo delle tante strutture in abbandono è diventato l’esempio di come si può riconvertire un ospedale.

Via la politica dalle scelte della sanità. Un passaggio fondamentale per costruire il nuovo modello che vogliamo. I nuovi Direttori generali di Asl e ospedali saranno selezionati grazie a un bando da un’agenzia nazionale esterna.

I pazienti prima di tutto. Negli ultimi anni sono stati tagliati 5 mila posti letto, ma il numero di dirigenti amministrative e primari è rimasto sempre uguale. Abbiamo introdotto la ‘carta d’identità’ per ogni struttura sanitaria. Così avremo la possibilità di conoscere i bisogni reali delle strutture e di pianificarli.

Fecondazione assistita: fine del caos normativo in cui hanno operato fino ad oggi i centri per la procreazione medicalmente assistita. Inizia un percorso che dà certezze a tante coppie che vogliono avere figli.

Approvato il progetto per la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari. I pazienti del Lazio ospitati in strutture fuori dal territorio della regione sono 132. Saranno realizzate cinque residenze, una delle quali dedicata esclusivamente alle donne.

Più vicini ai lavoratori. Rinnovato il contratto a 2800 precari che prestano servizio anche da molti anni. Abbiamo posto il tema della loro stabilizzazione anche al Governo, per noi è molto importante.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet