29 settembre 2015 Dopo 16 anni un nuovo volto per il Santa Maria della pietà: al via la riqualificazione Un nuovo volto per questa struttura così importante di Roma. Tanti i nuovi servizi: una nuova Casa della Salute, una Rsa, una casa di accoglienza per le famiglie dei lungodegenti della Capitale e anche un ostello per ospitare i pellegrini durante il Giubileo. Oltre agli interventi sui Padiglioni sosteniamo una serie di importanti iniziative per la manutenzione del verde e per rendere accessibile il parco

L’ex Ospedale Psichiatrico di Santa Maria della Pietà è stato definitivamente chiuso nel 1999.  Finalmente, dopo 16 anni questa struttura riprende vita con una vocazione che è la sua naturale: un grande Parco della Salute e del benessere pieno di funzioni al servizio dei cittadini.

Al via il lavoro per dare un nuovo volto a questa struttura. Oltre alle strutture esistenti, tra cui il Museo della Mente, che conta 30mila accessi l’anno, inizia il lavoro per dotare l’area di una nuova Casa della Salute, e di una Rsa e poi c’è il bellissimo progetto di una casa di accoglienza per le famiglie dei lungodegenti della Capitale. Oltre a tutto questo ci sarà un Ostello della gioventù con 140 posti e tanti servizi di accoglienza.

Ecco tutti gli interventi previsti:

Tre padiglioni per ospitare i pellegrini e i familiari dei malati. In occasione del Giubileo ristrutturiamo i padiglioni 11 e 15, che potranno ospitare in tutto 140 pellegrini. In particolare, i lavori per il padiglione 11 si concluderanno entro fine anno, garantendo i primi 70 posti. Quelli per il padiglione 15, invece, si concluderanno entro i primi mesi del 2016, garantendoci così altri 70 posti.  Nel padiglione 28 verranno realizzate delle camere per ospitare i familiari dei malati con lunga degenza, in modo da assicurare la malato la vicinanza della sua famiglia. E’ prevista per ottobre la pubblicazione del Bando di gara per la concessione della gestione dell’hostel a Santa Maria della Pietà che si concluderà entro l’anno. La gara prevede l’assegnazione in concessione dei padiglioni 11 e 15 secondo la durata prevista dalla legge per questa tipologia di contratti. I costi di allestimento e le spese per le forniture dell’hostel sono a carico dell’affidatario.

La sede del Dipartimento di Epidemiologia, in un altro padiglione tra quelli che ristrutturiamo, il 19.  Il padiglione, al momento inattivo, è stato oggetto di un apposito finanziamento della Regione per un profondo intervento di ristrutturazione e adeguamento normativo che consentirà di renderlo sede stabile del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale.

La nuova Casa della Salute. Il padiglione 2, che si trova proprio all’ingresso del Comprensorio, è già sede di alcuni servizi della ASL Roma E. Attualmente però è agibile solo in parte e presenta gravi problemi strutturali e di degrado delle facciate. Per questo abbiamo deciso di ristrutturarlo, proprio per renderlo più confortevole e accessibile a tutti. In questo padiglione, tra l’altro, apriamo la nuova Casa della Salute per tutti i servizi di assistenza primaria, e il Pua, il Punto Unico di Accesso alla rete socio-sanitaria e per la presa in carico delle cronicità e delle fragilità, oltre che centro di informazione e orientamento a tutta la rete dei servizi sanitari presenti nel Comprensorio e sul territorio della ASL.

La Rsa e la residenzialità. Da diversi anni sono fermi i lavori al Padiglione 3 per la realizzazione di una RSA. Insieme alla Asl Roma E abbiamo deciso di stanziare 450mila per terminare gli interventi e aprire la struttura. Il padiglione 3, che si trova in posizione speculare al padiglione 2, potrà così essere integrato nella Casa della Salute per le attività sanitarie residenziali rivolte ai pazienti fragili.

Oltre agli interventi sui Padiglioni sosteniamo una serie di importanti iniziative:

Manutenzione del verde. Nel parco del Santa Maria della Pietà, che si estende su 19 ettari di terreno, sono presenti una serie di alberi e piante che vogliamo curare: querce sempre verdi, specie di origine sub tropicale, lecci, robinie, tigli, pini, cedri, eucalipti e cipressi, palme, sequoie. Per questo abbiamo deciso di intervenire oltre che per tutelare flora e fauna anche per effettuare la manutenzione delle strade del parco.

Viabilità, aree parcheggio e segnaletica. La Asl ha deciso di intervenire anche per gestire gli spazi parcheggio per utenti e operatori, disciplinando l’accesso dei mezzi con un apposito regolamento. Tra l’altro sono previsti anche alcuni interventi per rifare la segnaletica e consentire a tutte e a tutti di orientarsi meglio all’interno del Parco. Con la ristrutturazione dei padiglioni con l’apertura degli Ostelli, l’attivazione della Casa della Salute e l’intero piano di interventi programmato interverremo anche per aggiornare la segnaletica e allestire un punto informativo.

Con queste nuove funzioni oltre a quelle esistenti finalmente proviamo a rimettere a posto un’altra cosa incagliata da molti anni. Garantiamo dunque la fruizione e la funzione pubblica di un manufatto storico della città, e in un momento difficile come questo non era scontato.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica