4 aprile 2012 Sasà combatté per la libertà Ultimo saluto per il partigiano di via Rasella. Lunedì 2 aprile Rosario Bentivegna si è spento a 89 anni: era nato a Roma il 22 giugno del 1922 e già negli anni del liceo era stato un attivo antifascista. Arrestato nel 1941, dopo la scarcerazione, fu tra i più valorosi protagonisti della Resistenza. Durante l'occupazione nazi-fascista affrontò con coraggio la battaglia per la libertà

Caro Rosario,

la notizia della tua scomparsa ci ha raggiunto lunedì sera quando eravamo a Cracovia, prima che iniziasse l’assemblea degli studenti romani che avevano, poche ore prima, visitato il campo di sterminio di Auschwitz. Eravamo in tanti, oltre 600, e con noi alcuni degli straordinari testimoni della Shoa: Piero Terracina, Andra e Tatiana Bucci, Sami Modiano.

Abbiamo dedicato a te quell’assemblea e nel dare la notizia ho parlato di te e della loro libertà.

Di te giovane partigiano combattente, che con il movimento della Resistenza hai permesso a noi e a loro, giovani romani oggi, di essere persone libere e di essere lì, lunedì scorso a parlare, a ricordare a riflettere.

Abbiamo parlato di un uomo forte che, pur avendo alle spalle un passato ricco e difficile, un’esperienza che avrebbe segnato per sempre qualunque vita, non ha mai cessato di rivolgere lo sguardo al futuro, di osservare con spirito attento e lucido i cambiamenti del nostro Paese e di partecipare alle sue vicende collettive.

Oggi, certo, quello che avvertiamo è dolore, il senso di un vuoto che ci lascia più soli. Ma, insieme, non possiamo non avvertire anche la forza di qualcosa che nessuno potrà mai cancellare: la condivisione di un’esperienza di riscatto civile che ha segnato l’identità di Roma e dell’Italia, la consapevolezza e l’orgoglio di una storia ricca di valori che appartiene a tutti e a ciascuno di noi.

Caro Sasà,

credo sia stato importante che la prima occasione di un ricordo collettivo di te sia avvenuta in un assemblea di studenti romani. Importante anche perché le parole che più sono affiorate in quella discussione sono state il pericolo e la condanna del negazionismo e il tentativo sempre presente di riscrivere la storia.

Come non mai oggi dunque al dolore, al lutto, deve unirsi il ricordo mai come atto retorico o scontato. Siamo qui accanto a Rosario Bentivegna perché non dobbiamo mai dimenticare che è anche grazie a uomini e donne come lui, che negli anni terribili del fascismo e della guerra non voltarono gli occhi da un’altra parte, e non esitarono a combattere una battaglia terribile per la libertà e la democrazia contro l’oppressione, il fascismo e il nazismo –è davvero grazie a loro, innanzitutto a loro, se oggi possiamo guardare alla nostra storia di Italiani a testa alta e vivere da uomini liberi.

Per questo penso sia importante ricordare Rosario Bentivegna qui, in un luogo delle Istituzioni Repubblicane e stringerci insieme con i suoi famigliari in questo momento di cordoglio, ma poi sarà importante continuare a farlo anche dopo, continuando a trasmettere ad altri, e in primo luogo ai giovani, il senso di una vita e di una memoria che ha segnato le fasi successive della crescita e del progresso del nostro Paese, che nutre ogni giorno le nostre radici, che dà significato e valore al nostro presente.

Caro Sasà,

non ho avuto la fortuna e l’onore di poterti conoscere a fondo come tanti che sono qui, avrei voluto. Ma ora che ci hai lasciato assicuro a te, all’Anpi e a tutte le associazioni che tengono viva la nostra memoria, che tutti noi ancora di più sentiremo il peso e l’onore di non distrarci mai a difesa della libertà e della democrazia.

Vigileremo, e ci impegneremo, qui a Roma e in tutta Italia, affinché tutti nella Repubblica godano della libertà e abbiano diritto di esprimere il proprio pensiero e le proprie idee. Tutti eccetto coloro che per affermare le proprie idee vogliono negare il diritto degli altri ad esistere. Questo non lo permetteremo mai.

Ciao Rosario Bentivegna, ciao partigiano.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica