19 settembre 2014 Un’eccellenza italiana e internazionale: la sanità nel Lazio è anche questo Un gruppo di medici coraggiosi e appassionati parte per Liberia, per fronteggiare l’emergenza ebola. Sono i medici dello 'Spallanzani', un nostro ospedale, eccellenza in Italia e nel mondo

Questa foto ritrae un gruppo di medici coraggiosi e appassionati, ricercatori e scienziati preparati e stimati nel mondo. Partono per Liberia, per fronteggiare l’emergenza ebola. Non vengono dagli Stati Uniti, dalla Germania o dalla Francia. Sono i medici e i laboratori dello Spallanzani, un nostro ospedale, eccellenza in Italia e nel mondo. Ci sono tante cose da sistemare nella sanità del Lazio, ma anche tante ragioni di orgoglio.

Centro di riferimento nazionale per ebola, lo Spallanzani gestisce e controlla situazioni difficili come quelle legate alle possibili malattie infettive nei campi profughi e per gli immigrati, compresi i controlli sul personale della pubblica sicurezza.  E poi produce ricerca di altissimo livello, con importanti risultati in tanti campi.

Una struttura che dovrebbe essere fuori dai criteri del turn over. In questo momento lo Spallanzani sta affrontando una situazione che riguarda tutto il Paese, quella di ebola. È proprio per questo che secondo noi dovrebbe stare fuori dai criteri di turn over imposti dal piano di rientro dal deficit sanitario. È una richiesta che abbiamo fatto e che ribadiamo.

Avvieremo un confronto il Ministero della Salute per capire come questo riconoscimento nazionale si possa coniugare con una condizione molto limitativa sotto tanti punti di vista a causa del commissariamento della sanità del Lazio. Tra le altre cose ci auguriamo anche che il Governo accolga l’appello lanciato a inizio settembre dall’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, per rendere lo Spallanzani il centro di contenimento per la lotta al virus ebola.

I programmi per gestire al meglio tutti i rischi di ebola. Mettiamo a sistema  tutti i nostri centri d’eccellenza per utilizzarne al meglio le professionalità e le competenze e prepararle al meglio a ogni eventualità.

Ecco cosa stiamo facendo:

Corsi di formazione per gli operatori dei pronto soccorso Da lunedì prossimo lo Spallanzani gestirà i Corsi di formazione sul virus Ebola per i medici di tutti i servizi di Pronto Soccorso del Lazio. È la nostra risposta a un tema così delicato da un punto di vista medico e sociale, come quello legato ai rischi medici legati ai flussi migratori.

Strutture per la gestione del rischio infettivologico. Lo Spallanzani si è dotato di una struttura di alto isolamento in grado di rispondere a esigenze nazionali, come è accaduto, ad esempio, nel caso sospetto che ha riguardato una paziente proveniente dalle Marche.

Programmi per rendere più semplice l’accesso alle strutture sociosanitarie da parte dei cittadini stranieri.

Programmi di prevenzione, diagnosi e continuità terapeutica.

Continueremo così per potenziare e rilanciare le nostre eccellenze, su cui vogliamo scommettere. Anche per questo, da circa due mesi, abbiamo un unico commissario per i 3 IRCCS pubblici del Lazio: Spallanzani; San Gallicano, Ifo. Una riorganizzazione che avevamo previsto nei programmi operativi.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica