2 luglio 2013 Il precariato nella sanità? Inciviltà doppia, perché colpisce i lavoratori e i cittadini che hanno bisogno di cure I precari esistono perché abbiamo ereditato una Regione commissariata e nei piani di rientro del Governo c’è il blocco delle nuove assunzioni. Per superare questo ostacolo dobbiamo recuperare credibilità. Significa dimostrare che si va avanti con l'innovazione, proprio come abbiamo fatto in questi mesi

Nel Lazio nessuno sa quanti sono i precari della sanità, dove stanno, che figure professionali ricoprono. E’ una follia.

Se non ci sono queste informazioni è difficile pensare a una stabilizzazione con nuove assunzioni. Per questo abbiamo deciso di fare il primo censimento. Poi vogliamo aprire con il Governo un confronto su questo tema.

Il precariato è il problema principale da affrontare. Si tratta sempre di un’inciviltà, ma nella sanità è una doppia inciviltà perché colpisce i lavoratori e i cittadini che hanno bisogno di cure.

I precari esistono perché abbiamo ereditato una Regione commissariata e nei piani di rientro del Governo c’è il blocco delle nuove assunzioni. Per superare questo ostacolo dobbiamo recuperare credibilità. Significa dimostrare che si va avanti con l’innovazione, proprio come abbiamo fatto in questi mesi.

I problemi non si risolvono con i proclami, serve la coerenza e nel Lazio ci sono persone serie che stanno lavorando per il bene comune.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet