10 febbraio 2014 Assegneremo terre pubbliche ai giovani, per una nuova economia che crea lavoro e difende l’ambiente Dopo 45 anni assegniamo 320 ettari di terreni di proprietà della Regione per la creazione nuove imprese. Vogliamo dare un’opportunità ai giovani che vorrebbero investire su questo settore ma non ne hanno possibilità

Vogliamo portare il Lazio fuori dalla crisi e per farlo serve un nuovo modello di sviluppo. Con risorse vere e progetti concreti per il territorio stiamo lavorando per i più giovani. Il lavoro è uno dei temi più grandi che vogliamo affrontare.

Un esempio? Assegneremo le terre pubbliche a giovani che si vogliono avvicinare all’agricoltura. Era da 45 anni che non si faceva una cosa del genere. Le terre non possono rimanere incolte o in mano alla speculazione ma sono una risorsa preziosa: si può costruire una nuova economia che crea lavoro e sviluppo difendendo l’ambiente.

Daremo 320 ettari di terreni per nuove imprese agricole. Si tratta di terreni della Regione. Abbiamo deciso di metterli a disposizione dei tanti imprenditori giovani e meno giovani che vorrebbero investire su questo settore ma non ne hanno possibilità.

Oltre alle terre garantiremo anche un sostegno economico ai vincitori. Per questo abbiamo stanziato 150 mila euro per favorire la nascita di nuove imprese e 500 mila euro per sostenere gli investimenti, che saranno garantiti presso le banche dal patrimonio Arsial, l’agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura.

Saranno privilegiati i giovani imprenditori agricoli  di età compresa tra i 18 e i 39 anni, ma potranno manifestare il loro interesse anche imprenditori agricoli o coltivatori diretti di qualsiasi età con sede  sociale in uno dei Comuni della Regione Lazio.

Non lasceremo soli i giovani imprenditori ma garantiremo servizi di assistenza e tutoraggio, con l’aiuto delle strutture tecniche dell’Arsial e della Regione. Offriremo loro sostegno costante per aiutarli in tutte le esigenze e le sfide che incontreranno.

I terreni saranno concessi in affitto per un periodo di 15 anni con la possibilità di rinnovo dell’accordo per altri 15 anni. In questo modo rigeneriamo terre che altrimenti resterebbero incolti e regaliamo nuove opportunità lavorative ai giovani in un momento di grande crisi economica come quello che stiamo vivendo.

Soprattutto nel settore dell’agricoltura è fondamentale immettere nuovi capitali e offrire nuova linfa.  Il settore dell’agroindustria è una grande risorsa per il nostro Paese. Vogliamo puntare sui giovani che intendono  affermarsi e investire nel loro futuro contribuendo anche a migliorare quello della propria regione.

Come si ottengono le terre pubbliche? Dalla fine di questa settimana e per 15 giorni sarà possibile esprimere la manifestazione di interesse. Il bando sarà pubblicato il 5 marzo e rimarrà aperto per sessanta giorni. Poi formeremo una commissione specializzata e, sulla base dei progetti e dei piani di investimento, assegneremo i terreni e procederemo all’erogazione immediata delle risorse.

Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito della Regione Lazio e su quello di Arsial, l’agenzia regionale per l’agricoltura.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet