27 ottobre 2016 Terremoto: monitorati edifici pubblici e abitazioni, nessun ferito Nelle aree già colpite dal terremoto del 24 agosto la situazione è costantemente monitorata e le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco e i volontari della Protezione Civile da subito si sono accertati delle condizioni fisiche e psicologiche della popolazione. Verifiche su scuole e edifici pubblici. Regolare la viabilità

Dopo le violente scosse di ieri sera e di questa notte, sono sempre rimasto in contatto con i vertici della Protezione Civile Regionale. Nelle aree già colpite dal terremoto del 24 agosto la situazione è costantemente monitorata e le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco e i volontari della Protezione Civile da subito si sono accertati delle condizioni fisiche e psicologiche della popolazione, già duramente provata dai tragici eventi di fine estate.

I Centri Operativi della Regione Lazio hanno coordinato tutta la notte le forze in campo. Si registrano alcuni crolli, in particolare sono venuti giù un edificio di Amatrice, l’ultimo rimasto in piedi nella zona rossa, e un’abitazione a Cossito, il cui crollo che ha interrotto la viabilità sulla Strada provinciale 20. Anche in questo caso la Protezione Civile sta già provvedendo a rimuovere tutti i blocchi per consentire il ripristino della circolazione.

Verifiche sugli edifici giudicati strategici delle aree colpite, come scuole, strutture pubbliche, palazzetto dello Sport.  Monitorate anche alcune abitazioni private. Per quanto riguarda gli istituti scolastici, solo in quello di Leonessa e nella struttura temporaneamente allestita ad Amatrice si sono svolte le lezioni, mentre sono rimaste chiuse le scuole di Posta, Borgo Velino, Castel Sant’Angelo e Antrodoco.

Circa 80 le persone che hanno alloggiato nei 4 campi della Regione Lazio di Amatrice, Saletta, Sommati e Torrita Le Forze dell’Ordine, che stanno pattugliando da questa notte tutte le frazioni, sono all’opera per capire se esista qualche esigenza particolare da parte della popolazione. In tanti, probabilmente per lo spavento e per il ricordo dei momenti tragici di agosto, ieri sera hanno chiesto di dormire in tenda, trovando ospitalità nelle tendopoli ancora aperte. Nel campo di Torrita si trova una tensostruttura mensa adibita all’accoglienza di alcune persone durante la notte.

Disposte verifiche a tappeto in tutte le frazioni. Va detto inoltre che non sussistono problemi sulla viabilità regionale, ma che per esigenze di sicurezza sono stati ricontrollati anche i ponti che non hanno riportato danni. Gli uomini della Protezione civile regionale, dopo essersi assicurati delle condizioni della cittadinanza, hanno contattato ogni singola famiglia, anche quelle che abitano nelle zone limitrofe ad Amatrice.

I tecnici della Protezione civile e del Genio Civile sono a disposizione per eventuali ulteriori verifiche su stabili pubblici e privati. Da ieri sera la Centrale Unica di Risposta del Nue ha registrato un sensibile incremento delle chiamate in ingresso, per lo più provenienti da cittadini impauriti che chiedevano informazioni. In particolare, nella fascia oraria tra le 19 e le 20, sono pervenute 971 chiamate rispetto alle 503 registrate nella fascia oraria 18- 19. In coincidenza del secondo evento sismico, tra le ore 21 e le ore 22, le chiamate sono state 803 (tra le 20 e le 21 erano state 451). In questo caso, però, i cittadini hanno segnalato danni alle strutture o richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco. Nel complesso, tra le 19 e le 22, il N.U.E. 112 ha inoltrato 182 chiamate alla Centrale operativa del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica