3 marzo 2014 Gli anni del Terrorismo raccontati ai ragazzi, per conoscere la storia e capire il presente Abbiamo deciso di promuovere un ciclo di incontri con le studentesse e gli studenti del Lazio per ricordare un periodo orribile della nostra storia più recente. Tra il 1969 e il 1988 si sono consumate spietate violenze politiche che hanno segnato in modo drammatico la vita di tante famiglie. Vogliamo parlarne, per capire meglio ciò che ci circonda

Nelle scuole stiamo portando la storia italiana dei nostri giorni. Lo facciamo con una serie di incontri dedicati a una pagina buia, quella degli anni di piombo e con il progetto “Il terrorismo raccontato ai ragazzi”. Vogliamo affrontare con i più giovani quegli anni terribili, perché è un modo per ricordare e per capire meglio il presente.

Gli Anni di piombo, infatti, hanno segnato in modo drammatico la storia del nostro Paese e hanno cambiato molti destini personali e collettivi. Per questo motivo, abbiamo scelto di dare voce direttamente alle vittime, ascoltando chi ha perso il padre, un fratello, un amico in uno dei tanti attentati. Molte di queste persone, in quegli anni, avevano la stessa età dei ragazzi delle scuole a cui oggi parlano.

Oggi abbiamo incontrato Carlo Arnoldi, il figlio di Giovanni, un imprenditore agrario ucciso nell’attentato alla Banca nazionale dell’Agricoltura di Milano, dove il 12 dicembre 1969, a piazza Fontana, esplode una bomba che uccide 17 persone e ne ferisce 88.

Parlare di terrorismo nelle scuole, incontrare gli insegnanti, gli studenti aiuta tutti noi a capire la storia del nostro Paese e quindi ciò che ci accade intorno. È necessario andare fino in fondo alla storia d’Italia ed è un bene farlo, coinvolgendo le nuove generazioni.

Un processo di questo tipo è la prima volta che nel Lazio viene portato avanti, ed è un altro segnale della nostra idea di sostenere la scuola pubblica italiana. Non va chiusa, non va tagliata, ma va aiutata e va difesa. La scuola è utile se forma dei cittadini critici, per questo c’è bisogno di andare a fondo nella comprensione di questo grande Paese.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica