23 gennaio 2014 Riforma della Costituzione: sul Titolo V è giusto un dibattito sereno e costruttivo Nell'Italia unita, penso che alcune decisioni siano di esclusiva competenza regionale, possano essere un fattore stravagante. Anche se in questi pochi mesi di lavoro, stiamo dimostrando che le Regioni governate bene sono strumenti molto potenti per rilanciare lo sviluppo del Paese

Il titolo V della Costituzione italiana definisce i poteri delle Regioni, dei Comuni e delle Province. Nel 2001 è stato riformato per riconoscere loro una maggiore autonomia.

Come in altri paesi europei, quindi, gli enti locali hanno ricevuto più poteri. L’obiettivo era rendere le istituzioni più vicine alle persone e avviare una gestione più controllata e accorta. Per l’Italia non c’è dubbio che qualcosa non è andato in questo processo.

In effetti, nell’Italia unita, che alcune decisioni siano di esclusiva competenza regionale, può diventare un fattore stravagante.

Per me le Regioni devono affrontare il tema della riforma del titolo V con grande apertura e senso di responsabilità. È importante mantenere il rispetto reciproco tra le istituzioni, senza la pretesa di disegnare i buoni e i cattivi e di dover dare lezioni.

Del resto, in questi pochi mesi di lavoro, stiamo dimostrando che le Regioni governate bene sono strumenti molto potenti per rilanciare lo sviluppo del Paese.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica