18 settembre 2017 Torno Subito, buon viaggio a 2000 giovani che stanno per partire Torno Subito è un segnale di speranza al Paese: la prova che si può reagire a un’emergenza nazionale come quella che riguarda i giovani con strumenti innovativi . Quello che diciamo a tutti loro è questo: “andate fuori, costruitevi un’esperienza e nuove competenze, ma tornate qui, perché c’è un territorio che è pronto ad accogliervi e che ha bisogno del vostro talento per crescere”

Torno Subito è un segnale di speranza al Paese: la prova che si può reagire a un’emergenza nazionale come quella che riguarda i giovani con strumenti innovativi e che, se si costruiscono le condizioni, la risposta dei ragazzi è straordinaria. Sappiamo che l’Italia è un paese che lascia ai giovani poche prospettive: in Italia 8,6 milioni di persone tra i 15 e i 34 anni vivono ancora nella famiglia di origine (68,1% del totale) l’ascensore sociale è bloccato. Come rileva l’Istat, i percorsi d’istruzione si dividono sempre di più in base alla famiglia di origine. il livello degli investimenti in formazione è tra i più bassi d’Europa.

Solo nel Lazio c’è questo progetto, che è straordinario. Entro il 2018 saranno 8.000 i ragazzi partiti con “Torno Subito”. Quello che noi diciamo a tutti loro è proprio questo: “andate fuori, costruitevi un’esperienza e nuove competenze, ma tornate qui, perché c’è un territorio che è pronto ad accogliervi e che ha bisogno del vostro talento per crescere”.
Con la quarta edizione di “Torno Subito” 2mila giovani  avranno la possibilità di fare un esperienza formativa in Italia e all’estero in diversi settori.

Un investimento complessivo di 100 milioni di euro per formare i giovani e aiutarli ad entrare nel mondo del lavoro. Oltre il 25% dei ragazzi partiti, dopo “Torno Subito” ha trovato un lavoro. Se replicata al livello nazionale, con le modalità adottate nel Lazio, questa iniziativa potrebbe aiutare 20mila giovani l’anno a costruirsi un futuro lavorativo nel nostro Paese, evitando di disperdere preziose capacità e competenze fondamentali.

Nel Lazio sta crescendo una rete di servizi specifici per le giovani generazioni che si interseca con le azioni a favore dello sviluppo lanciate in questi anni. Tanti segnali ci dicono che il Lazio è ripartito: aumenta il lavoro, aumenta l’export, aumentano le imprese. I giovani sono il fattore indispensabile per consolidare i dati positivi che stiamo raccogliendo.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet