22 aprile 2014 Procreazione medicalmente assistita: un commissario per garantire regolarità nei centri Quando siamo arrivati i centri per la procreazione medicalmente assistita non rispettavano gli obblighi della legge del 2004: un’ennesima brutta pagina per il Lazio. Abbiamo messo fine a questo caos e abbiamo nominato un nuovo Commissario che dovrà vigilare sulle procedure di autorizzazione

Un anno fa, quando siamo arrivati alla Regione, i centri di procreazione medicalmente assistita non erano sottoposti ad alcuna regola o controllo. Quindici giorni dopo il nostro arrivo, abbiamo messo fine a nove anni di latitanza della Regione sugli obblighi della legge del 2004.

Ora l’obiettivo è recuperare in tempi brevi gli anni persi per rifare ordine e ridare certezze.

Per questo abbiamo nominato un commissario per i centri per la Procreazione medicalmente assistita. E’ uno dei massimi esperti italiani, il professor Corrado Melega.

Il suo compito, per i prossimi sei mesi, è seguire tutte le attività per completare le procedure di autorizzazione di tutti i centri pubblici e privati della Regione Lazio.

Il professore Melega ha fatto parte del gruppo di medici che ha ottenuto le prime gravidanze con fecondazione assistita in Emilia Romagna. Attualmente è componente del Comitato di indirizzo dell’Azienda ospedaliera S. Orsola-Malpighi e coordinatore della Commissione regionale emiliana per il percorso nascita.

Stiamo chiudendo questa ennesima brutta pagina. Dopo nove anni di caos nell’accreditamento dei centri per la Procreazione medicalmente assistita, siamo intervenuti con un decreto per attuare gli obblighi previsti dalla legge.

La scelta del professore Melega, tra i massimi esperti in questo settore, rappresenta un altro passo importante in questa direzione.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet