6 aprile 2012 Una crescita a misura di donna Un incontro pubblico per riflettere su un modello di crescita basato sulle esigenze e sulle intelligenze femminili. Non basta perseguire uno sviluppo quantitativo, è necessario interrogarsi anche sulla qualità della crescita e inserire le necessità della vita quotidiana delle donne nel progetto strategico per la crescita del territorio. Orari, welfare, sicurezza, comunicazione urbana saranno alcuni dei temi al centro di una discussione che si svolgerà a Roma il 12 aprile

Quale può essere il contribuito delle donne alla costruzione di un nuovo modello di sviluppo per il territorio metropolitano di Roma?

A questa domanda proveremo a rispondere nel corso di un’assemblea pubblica dal titolo “Lo sguardo delle donne. Un altro modo di vivere la capitale metropolitana”.

L’incontro, a cui mi farebbe piacere se volessi partecipare, si svolgerà giovedì 12 aprile alle 17 nella Sala Conferenze del Complesso della Cartiera Latina presso il Parco Regionale dell’Appia Antica (Via Appia Antica 42).

L’obiettivo è quello di pensare un modello di sviluppo visto con gli occhi delle donne: orari, welfare, sicurezza, comunicazione urbana.

Non basta perseguire uno sviluppo quantitativo, è necessario interrogarsi anche sulla qualità della crescita e inserire le necessità della vita quotidiana delle donne

Troppo spesso il modello della crescita è un modello “mascolino”, basato sul consumo eccessivo e insostenibile le risorse del pianeta, sul perseguimento di risultati “a tutti i costi” e sulla scarsa attenzione alle conseguenze di lungo periodo sulla vita delle persone.

Inserire una prospettiva femminile può essere uno stimolo verso un cambiamento nella composizione strutturale dell’economia, tale da garantire, attraverso nuovi modelli di consumo e produzione, un nuovo sviluppo economico.

Il contributo delle donne alla crescita del territorio

Le donne attraversano la vita dell’area metropolitana, cogliendone le opportunità, subendone le incongruenze e i problemi e maturando competenze di adattamento e di trasformazione dell’ambiente.

Per questo, la discussione sullo sviluppo che proponiamo alla Provincia di Roma (che si concretizza nel Progetto Strategico), deve misurarsi con gli sguardi delle donne che vivono nella città e sul territorio provinciale, conoscendone il punto di vista, verificando l’impatto che le politiche hanno sulla loro vita e valutando proposte concrete

Solo in questo modo sarà possibile migliorare le condizioni di lavoro, di mobilità e di qualità della vita delle donne, che possano valorizzare l’intero Piano Strategico e quindi la qualità complessiva dello sviluppo del territorio.

L’incontro si svilupperà su quattro aree tematiche

Per rendere produttivo l’incontro evitando la discussione sarà focalizzata su alcune macro-aree critiche, sulle quali è sensato ipotizzare un intervento degli enti locali e territoriali.

1. L’organizzazione del tempo: mobilità e sistema dei trasporti, orari dei servizi, congedi parentali, conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

2. Il sistema del welfare: accesso al mercato del lavoro, servizi per l’orientamento, il rientro dopo le maternità, il retravailler, tutele del lavoro e servizi per donne disoccupate e/o in cerca di prima occupazione, i servizi di cura.

3. La sicurezza degli spazi pubblici e privati: vivibilità e lotta al degrado, centri antiviolenza, cultura negli spazi pubblici, città accogliente (vita culturale e sociale, spazi di aggregazione, ecc.).

4. il sistema dei media: il corpo delle donne e la comunicazione, una nuova cultura dei messaggi pubblicitari.

5. Rappresentanza e qualità della democrazia: rappresentanza femminile nelle assemblee elettive e negli organi di governo locale, cda delle aziende pubbliche, misure premiali nelle le gare pubbliche per le aziende che adottano azioni positive.

Informazioni e programma

All’incontro prenderanno parte:

Roberta Carlini, giornalista, caporedattrice inGenere.it

Franca Cipriani, consigliera di parità della Provincia di Roma

Cecilia D’Elia, assessore alle politiche culturali della Provincia di Roma

Alessandra Paolini, giornalista, la Repubblica

Tamar Pitch, docente sociologia del diritto, Università di Perugia

Costanza Quatriglio, regista

Chiara Ricci, ricercatrice, campagna Sbilanciamoci!

Linda Laura Sabbadini, direttrice centrate Istat

Maria Sabrina Sarto, direttrice CNIS nanotecnologie Università La Sapienza

Giorgia Serughetti, ricercatrice sociale, SeNonOraQuando

Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma

L’incontro sarà aperto dalla proiezione del video “Io, qui”, prodotto dalla Provincia di Roma, per la regia di Costanza Quatriglio.

Sarà disponibile, per chi lo desidera, un servizio di accoglienza per i bambini.

Per informazioni: fr.marta@provincia.roma.it


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica