24 marzo 2015 Viaggio della Memoria: stiamo per partire con più di 450 ragazzi È il viaggio più grande tra quelli che abbiamo organizzato in questi anni: 70 anni dopo la liberazione di Auschwitz partiamo insieme ai nostri ragazzi per costruire buona memoria e anche per dire che il nazifascismo ha perso

Un popolo che perde la memoria è un popolo malato che ha paura di tutto, ha paura di se stesso, non sa come comportarsi. Per questo è importante ricordare, per questo ancora una volta stiamo per partire insieme ai nostri ragazzi per il Viaggio della Memoria, il più grande tra quelli che abbiamo organizzato.

Quest’anno al Viaggio della Memoria saremo più di 450.  Insieme a noi ci saranno anche i sopravvissuti a questo orrore, uomini e donne che 70 anni  fa erano ad Auschwitz e Birkenau da deportati, e che ogni anno ci accompagnano in questi luoghi per raccontare ai nostri ragazzi la tragedia che hanno vissuto.

Oggi abbiamo chiuso il ciclo preparatorio con i nostri ragazzi, lo abbiamo fatto insieme a Sami Modiano, che fu deportato all’età di 13 anni, e a Carlo Verdone,  un personaggio simbolo per Roma che ci ha fatto il regalo di venire a parlare ai nostri ragazzi.

“Alla fine non avrete voglia di parlare quando uscirete da lì – ha detto Verdone rivolgendosi ai ragazzi – ma avrete molta voglia di riflettere. La prima domanda che vi farete è: ‘Come è possibile arrivare a un vertice cosi alto di male? La memoria è amare la vita, distinguere quello che è stato il bene e quello che è stato il male”.

70 anni dopo la liberazione di Auschwitz partiamo insieme ai nostri ragazzi per costruire buona memoria e anche per dire che il nazifascismo ha perso.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica