16 febbraio 2015 Valorizziamo le bellezze del nostro patrimonio anche grazie a internet e ai social Visitlazio, la pagina turistica della regione su Facebook, ha superato in gennaio i 63mila follower, ricevuto più di 21mila “mi piace”, ha aumentato le visite di oltre il 50%, migliore crescita d’Italia.

di Salvatore Giuffrida, la Repubblica, 16 febbraio 2015

Anche dai social network possono arrivare notizie utili per sviluppare il turismo. Un esempio viene dal Lazio, che cerca di valorizzare l’ “asset-Roma” di cui dispone. Visitlazio, la pagina turistica della regione su Facebook, ha superato in gennaio i 63mila follower, ricevuto più di 21mila “mi piace”, ha aumentato le visite di oltre il 50%, migliore crescita d’Italia.

Il Lazio è partito a razzo: secondo la sezione talking about di Facebook, nell’ultimo mese gli utenti che sul web promuovono e parlano con regolarità del Lazio sono aumentati del 400% e ora sono più di 17mila: solo il “mostro sacro” Toscana può vantarne di più, 27mila. In termini di “engagement”, la percentuale di utenti che condividono e commentano i post su Facebook, Visitlazio registra un +243% e ora è prima davanti a Val d’Aosta, Turismo in Veneto, Marche Tourism.

Il metodo multimediale e partecipato della Regione va a regime: i cittadini promuovono il patrimonio e le tradizioni diffondendo idee, proposte, appelli, e poi sagre, foto, filmati. Il turismo diventa un’esperienza che lega partecipazione, comunità, storia. La new strategy della Regione continua oltre i social network: l’agenzia del turismo ha realizzato documentari con 50 blogger sui vecchi mestieri della tradizione e 20 filmati con droni sui luoghi più suggestivi.

I numeri le danno ragione: nel 2014 la domanda negli alberghi di Roma è aumentata del 5,8 % con 16 milioni di nuovi arrivi. Ma crescono le visite anche all’interno, come Cerveteri, che durante l’Epifania ha registrato più di 2500 visite, o Civita di Bagnoregio, con 250mila visitatori nel 2014.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet