7 marzo 2011 Viva l’Italia: mostra e sito web

“Abbiamo cercato di celebrare i 150 anni dell’ Unità d’Italia nella forma meno burocratica possibile:  la nostra scommessa è far diventare il 150enario un’occasione di riflessione, di approfondimento. In atto ci sono tante iniziative perché non bisogna celebrare mettendosi a posto la coscienza. Ma bisogna utilizzare l’occasione per riscoprire i valori del nostro Paese”. Nicola ha presentato a palazzo Valentini la mostra di 15 pannelli mobili e il sito web collegato per ripercorrere le tappe più importanti dei 150 anni dell’Unità d’Italia. All’ inaugurazione dell’esposizione, che farà il giro di diversi comuni del territorio, ha partecipato tra gli altri, il presidente del Comitato dei garanti per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità, Giuliano Amato. 

 

L’allestimento di 15 pannelli mobili ripercorre ‘I giorni di storia’, ‘I fatti e gli eventi’, ‘Le idee e i protagonisti’ e ‘ Le carte storiche’ del Risorgimento e inizierà a essere esposto venerdì a Frascati nelle scuderie Aldobrandini. Tutti i contenuti finiranno su un sito internet e, tramite codice Qr, potranno essere letti da tutti i cellulari con fotocamera e smartphone con Qr reader. C’è poi anche un’applicazione per il telefonino che, in una sorta di trivial virtuale, testerà con un gioco la preparazione sulla storia del Risorgimento. 

“Il 25 novembre –  ha ricordato Nicola – con la lezione del professor Amato all’ Auditorium, abbiamo aperto un ciclo di lezioni curato dal professor Gentiloni, che ha coinvolto oltre 900 studenti con lezioni tematiche e che ha dato avvio a un concorso tra le scuole per la realizzazione di diversi elaborati, come video, foto e siti internet”. Oggi le quattro scuole vincitrici sono state premiate:  per 100 studenti ci sarà un viaggio a Torino dal 29 al 31 marzo sui luoghi del Risorgimento.

Da oggi inoltre una gigantografia celebrativa dei 150anni dell’Unità d’Italia campeggia fuori l’ingresso di Palazzo Valentini con scritto “Viva l’Italia” con i colori della bandiera italiana. “In attesa del 17 marzo – ha ricordato Nicola – quando la speranza e l’invito è quello di vedere la nostra bandiera esposta ad ogni finestra, come Provincia di Roma esponiamo questa per celebrare la storia dell’unità del nostro Paese”. 

“La vera cosa che devono insegnarci i 150anni – ha detto ancora Nicola – è tornare a scommettere sui giovani. E’ il vero modo per rendere onore a queste celebrazioni. La risorsa ed il valore aggiunto di un paese sono i ragazzi che oggi continuano ed essere un grande scommessa sulla quale purtroppo l’Italia non scommette. Per questo sembra essere un Paese contro i ragazzi e le ragazze che pagheranno in prima persone i disastri commessi dalle generazioni precedenti e sui quali non c’è mai voglia di investire”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica