Finanziamenti per studiare e lavorare all’estero Sosteniamo i nostri giovani che vogliono fare un’esperienza di lavoro o di studio all’estero ma non ne hanno la possibilità. Così torneranno a casa con nuove esperienze e competenze che potranno riutilizzare per il nostro Paese, e sarà un vantaggio non solo per loro ma anche per le imprese



Tanti giovani vorrebbero fare esperienze di studio o lavoro all’estero ma poi rinunciano perché non possono permetterselo. Abbiamo deciso di sostenerli a patto che poi tornino in Italia, non vogliamo perdere i nostri talenti ma essere vicini ai nostri giovani con fatti concreti, non a parole. Partiranno tutti per andare a lavorare e studiare presso le eccellenze del mondo, ma  poi torneranno nel Lazio per mettere in pratica le loro nuove competenze.

Centinaia di ragazzi partono per migliorare competenze e curriculum. Non sarà un vantaggio solo per loro ma anche per le imprese del Lazio, che potranno contare su professionisti più preparati. L'iniziativa è rivolta a studenti universitari e laureati di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti o domiciliati nel Lazio da almeno 6 mesi: dureranno un anno, saranno divisi in due fasi e dovranno concludersi entro il 30 settembre 2015.

8 mesi per la prima fase, che si svolgerà all’estero o in un’altra regione. In quel periodo i giovani potranno acquisire conoscenze, competenze e abilità professionali sia attraverso esperienze di lavoro e formazione sia attraverso master e corsi di specializzazione. In questa fase i vincitori otterranno dei contributi per vitto, alloggio e spostamenti. L’entità varierà a seconda del luogo scelto.

Un minimo di 4 mesi per la seconda fase, che si svolgerà nel Lazio.  Due gli obiettivi: avvicinare i giovani alla realtà lavorativa della regione e riutilizzare all’interno del Lazio le competenze acquisite all’estero.  In questa fase i vincitori riceveranno un’indennità di 400 euro al mese.

I partner dei progetti. Ogni partecipante dovrà averne due, uno per ogni fase. In particolare, i partners possono essere costituiti da enti sia pubblici che privati: organismi formativi, imprese private, cooperative, scuole e università, centri studi, centri di ricerca, associazioni, enti del terzo settore, organizzazioni non governative e fondazioni.

Con ‘Torno subito’ aiutiamo i nostri giovani a migliorarsi, a crescere e a inseguire i loro sogni.  Siamo molto soddisfatti anche perché abbiamo finanziato il progetto con oltre 5 milioni che appartenevano alla vecchia programmazione e che rischiavamo di perdere. Nei prossimi anni contiamo di dare l’opportunità di lavorare o studiare all’estero a 10mila giovani: proporremo loro anche il patto etico di riportare in Italia quello che hanno imparato.

È un altro segno dell'Italia che cambia e cresce in competitività e dice no alle raccomandazioni e alla burocrazia. In un momento come questo è ancora più importante.


Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica