Con la nuova gestione del debito risparmiamo 90 milioni l’anno Oltre ad aver dimezzato il debito commerciale siamo anche la prima Regione ad aver utilizzato l’opportunità offerta dal Governo per la ristrutturazione del debito accumulato nel passato: risparmiamo 90 milioni di euro all’anno a partire del 2015



Quando siamo arrivati, poco più di un anno fa, il Lazio era una Regione a un passo dal fallimento, con oltre 20 miliardi di debiti. Per affrontare questa situazione drammatica ci siamo messi al lavoro fin dal subito, è stato il nostro primo obiettivo.

Per salvare il Lazio abbiamo detto basta sprechi. Lo abbiamo fatto in tanti modi: abbiamo tagliato poltrone, stipendi, enti inutili. E poi stiamo risparmiando anche sull’acquisto di beni, servizi e forniture e sulle spese per il personale. Tra le altre cose stiamo andando avanti anche con piano di dismissione del patrimonio immobiliare.

Debito commerciale dimezzato in pochi mesi. La nostra è stata la prima Regione italiana a firmare il contratto con il governo per il pagamento dei debiti alle imprese. In questo modo siamo riusciti a ridurre il debito commerciale dai 12 miliardi del 2012 ai 6,5 miliardi del 2014.

Una novità importante: la ristrutturazione del debito. Oltre ad aver dimezzato il debito siamo anche la prima Regione italiana a utilizzare l’opportunità offerta dal Governo per la ristrutturazione del debito accumulato nel passato.

Cosa vuol dire? Abbiamo firmato un accordo con il Ministero dell’Economia per abbassare gli interessi sui mutui che stiamo pagando per coprire il disavanzo sanitario che abbiamo trovato.

Meno interessi e più risparmi. Con gli interessi bancari più bassi, dal 5,5% al 3,5%, risparmiamo 90,5 milioni di euro all’anno a partire dal 2015.

Avanti con la ristrutturazione anche nella seconda parte del 2014. Procediamo per prima cosa riacquistando due emissioni obbligazionarie sottoscritte dalla Regione. E poi ci sarà anche una possibile rinegoziazione dei mutui contratti dalla Regione nei confronti di Cassa Depositi e Prestiti.

Cinque mosse per la svolta del debito. Vogliamo ripartire mettendo il bilancio in sicurezza, andando avanti con la riduzione dei tempi di pagamento, con 45 progetti innovativi per il Lazio, la nuova spending review e l’uscita dal commissariamento della sanità.

Ecco come:



Finalmente il Lazio torna a essere un interlocutore credibile. In questo modo rafforziamo anche la solidità economica e finanziaria della Regione e possiamo puntare ad abbassare le tasse già a partire dal 2015.


Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica